Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / [PETIZIONE] I 32 beagle ancora prigionieri alla GLAXO. Le associazioni: liberateli

[PETIZIONE] I 32 beagle ancora prigionieri alla GLAXO. Le associazioni: liberateli

“Il 6 marzo abbiamo diffuso sui media e sui nostri canali la notizia dell’arrivo di 8 cani beagle presso gli stabilimenti MENARINI / RTC di Pomezia, provenienti dal Belgio. Mentre le associazioni ed i moltissimi volontari giunti da tutta Italia presidiavano il Gruppo MENARINI di Pomezia, un’altra Società Farmaceutica importava in Italia beagle diretti alla sperimentazione. Le due Società hanno un denominatore comune fondamentale: sono ex clienti di GREEN HILL!

I volontari alle dogane estere di FRECCIA 45, nel verificare i documenti di importazione degli 8 beagle provenienti dal Belgio emessi al loro ingresso nella Comunità Europea il giorno 5 marzo 2013, hanno scoperto questa notte che i cani giunti al centro di stoccaggio Belga e provenienti dagli Stati Uniti, erano molti di più … TUTTI DIRETTI IN ITALIA.

Oltre agli 8 cani recapitati al GRUPPO MENARINI, altri 32 cani partivano dal Belgio via terra per essere consegnati alla loro morte in un ulteriore laboratorio italiano.

I 32 beagle sono giunti all’interno della multinazionale di origine britannica GLAXOSMITHKLINE S.p.A. in Via Alessandro Fleming a Verona, il cui Centro Ricerche è ora di proprietà della Società americana APTUIT.

Il gruppo GLAXO è autorizzato dal MINISTERO DELLA SALUTE a compiere esperimenti su molti animali tra cui: ratti, topi, ma anche cani, gatti e scimmie del nuovo mondo. I cani verrebbero testati per farmaci sulla pressione, per l’emicrania, antitrombosi e psichiatrici.

Sui beagle, il laboratorio di Verona cerca di riprodurre le malattie inducendole artificialmente. Per imitare la malattia del cuore i ricercatori stringono con un filo le arterie coronariche (fonte: Aspetjournals). Sarà questa la fine che faranno i 32 cuccioli?

Il Gruppo GLAXO è stato autorizzato, sempre dal Ministero della Salute, a compiere esperimenti senza anestesia (deroga art 9, Decreto Legislativo 27.01.92, n. 116).

In Italia i cani utilizzati nella sperimentazione sono circa 600 ogni anno, a cui debbono aggiungersi più di 500 scimmie (Fonte: Ministero della Salute).

L’Associazione FRECCIA 45, il COORDINAMENTO FERMARE GREEN HILL ed il COMITATO MONTICHIARI CONTRO GREEN HILL divulgheranno ai media, alla stampa e con ogni mezzo di informazione ogni notizia relativa agli ingressi di animali da sperimentazione in Italia, avendo pieno appoggio dai volontari dislocati alle dogane estere. È solo abbattendo il muro del silenzio che possiamo concretamente porre fine a questa vergogna mondiale.

Poche settimane fa siamo riusciti a far liberare 8 beagle alla Manarini destinati alla vivisezione. Questo grazie alla divulgazione più ampia possibile delle notizie, la mobilitazione di molti attivisti e alle 17.000 firme raccolte con la petizione online. Firmiamo tutti questa petizione per far sentire la nostra voce. Solo così potremo riuscire a bloccare i viaggi della morte e ottenere un reale cambiamento.

NON POSSIAMO RIMANERE ZITTI DI FRONTE A QUESTA VERGOGNA. BASTA SPERIMENTAZIONE ANIMALE!

FRECCIA 45 – COORDINAMENTO FERMARE GREEN HILL – COMITATO MONTICHIARI CONTRO GREEN HILL”.

Comunicato stampa congiunto inviato da Freccia 45 – Coordinamento Fermare Green Hill – Comitato Montichiari Contro Green Hill in data 26 marzo 2013.

Una petizione che chiede l’immediata liberazione dei cani può essere firmata a questo indirizzo.

Foto: repertorio (fonte Harperlauren-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. In questo mondo siamo tutti velocemente di passaggio,
    perche’ dobbiamo vigliaccamente approffittarci degli animali,
    tralaltro quelli domestici ci aiutano a vivere una vita piu’ serena che purtroppo il materialismo ci sta’ togliendo come sui luoghi di lavoro che ci rendono oggetti dei loro sporchi affari.
    Hanno reso le domeniche lavorative !
    Oltre a non rispettare gli animali non hanno buon senso anche con noi semplici umani.

    Giorgio

  2. daniela massarenti

    liberi tutti

  3. Questi laboratori con i loro alienati sadici torturatori eseguono da decenni sempre gli stessi tests sempre sugli stessi animali, maltrattandoli e provocando sofferenze atroci a questi ultimi in maniera vile e spietata solamente per tutelarsi legalmente ai sensi delle normative (ahimè) vigenti in materia di introduzione dei prodotti nei mercati di appartenenza.

    Sono loro i robot meccanici di Cartesio. Questo è uno scempio mostruoso!

    Vergogna!
    ATTENZIONE: LA VIVISEZIONE E’ UNA TRUFFA!
    Uccide 3 volte, gli animali, noi, e l’ambiente.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com