Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / L’Aquila senza pace: un altro lupo trovato morto ammazzato. A fucilate

L’Aquila senza pace: un altro lupo trovato morto ammazzato. A fucilate

È stato ammazzato a colpi di fucile l’ennesimo lupo ritrovato nelle scorse ore a Castel S. Vincenzo, in provincia de L’Aquila.

Si tratta di un giovane maschio dell’apparente età di 3 o 4 anni e del peso di 30 chili, trapassato da parte a parte da un proiettile che lo ha colpito nel costato. Al momento della morte, il superpredatore si trovava in perfette condizioni fisiche.

I resti del lupo sono stati individuati dagli uomini della Forestale a seguito della segnalazione di un cittadino, che lo aveva visto riverso a lato strada sul versante molisano del Parco d’Abruzzo.

Lo stesso Ente Parco, scoraggiato da queste morti continue e insensate, commenta: “Continua così quello che è ormai chiaramente individuabile come un vero e proprio assalto al Parco attraverso questi brutali atti di bracconaggio, di cui fa le spese il lupo, oggetto di queste attenzioni delinquenziali specie negli ultimi mesi, anche in aree protette italiane”.

Secondo il Parco, il bracconaggio del predatore non sarebbe da considerarsi casuale, ma anzi servirebbe a corroborare quella che viene definita una “involuzione culturale che caratterizza questi tempi di crisi”. Il lupo cattivo da sterminare, in pratica.

L’Ente Parco segnala, per l’ennesima volta, la necessità di intensificare i controlli sul territorio che, evidentemente, è in balia di sadici che provano piacere nello sterminare brutalmente un predatore non solo protetto per legge, ma anche preziosissimo da un punto di vista ambientale e culturale.

Foto: repertorio (fonte Stephen Bové-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Io praticamente ci vivo…mi basta fare qualche decina di km e sono dentro questo inestimabile tesoro che è il Parco.
    Non serve che vi racconti il degrado più assoluto e vergognoso che vi si può trovare da alcuni anni a questa parte..
    Mi dispiace molto per il lupetto, animale che purtroppo nell’immaginario è sempre visto come l’incarnazione del male…quanta ignoranza e quanta vergogna!

  2. Marilena Albiero

    Ho visitato, ormai molti anni fa, il Parco d’Abruzzo e ero rimasta colpita dalla bellezza dei luoghi, dagli animali, dalla gestione accurata. Adesso anche qui come in ogni parte di questo disgraziato paese, tutto si sta degradando e provo un’infinita tristezza. Addio Lupo amico mio sul Ponte vivrai felice e indipendente e nessun bastardo umano potrà più farti del male.

  3. COME AL SOLITO, LA GENTE NON HA RISPETTO PER LA VITA ALTRUI. VORREI CHE PRENDESSERO A FUCILATE LORO.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com