Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Grecia: i combattimenti clandestini tra cani sono in aumento

Grecia: i combattimenti clandestini tra cani sono in aumento

La prima cosa da chiarire è che in Grecia i combattimenti tra cani (e relative scommesse) sono proibiti dalla legge. Tuttavia, questo “sport di sangue” sembra aver subito, ultimamente, un’impennata sostanziale che sta preoccupando non poco gli attivisti per i diritti animali.

Negli ultimi anni sono stati individuati, soltanto nella regione di Attica, oltre duecento pitbull utilizzati nei combattimenti clandestini e di recente il ritrovamento di numerosi molossi nei dintorni di Atene ha attirato nuovamente l’attenzione sul problema. I cani erano infatti detenuti di nascosto, in aree boschive e non controllate: un particolare che rende il sospetto del loro utilizzo sul ring più che concreto.

All’inizio di marzo la Polizia di Katerini, nel nord della Grecia, ha ricevuto una segnalazione anonima che indicava il luogo e l’orario di un combattimento tra cani. A seguito del raid delle forze dell’ordine, almeno una cinquantina di persone sono state trovate ad assistere allo spettacolo. A causa delle numerose fughe, i poliziotti sono riusciti ad arrestarne soltanto diciassette, perlopiù provenienti dall’ex repubblica di Macedonia. Tredici di essi sono stati ritenuti colpevoli in corte, finiti in carcere per breve tempo e multati.

Dei sei cani soccorsi al raid, uno risultava già morto sbranato. I cinque sopravvissuti, in condizioni fisiche ed emotive a dir poco precarie, possono essere visti a questo link.

La Polizia di Atene ha ammesso che quello dei combattimenti tra cani potrebbe essere un problema in crescita. Secondo gli attivisti greci per i diritti animali, tuttavia, multe e brevi soste in carcere non sono deterrenti efficaci per sradicarlo.

La Grecia è, sfortunatamente, uno dei Paesi europei con il maggiore numero di animali randagi e abbandonati. Un problema che, a causa della recente crisi economica, si è ulteriormente aggravato. È possibile che molti dei cani usati sul ring vengano prelevati dalla strada, e lì gettati nuovamente, dopo essere stati uccisi.

Foto: uno dei cani da combattimento salvati alcune settimane fa a Katerini (fonte Animal Friends of Katerini-Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Non ci sono più parole.
    Che brutta situazione, purtroppo.
    Speriamo che li prendano tutti, ma più che altro gli rendano la vita un inferno vero!

  2. La foto è davvero terribile, povero tesoro cosa ti hanno fatto quegli assassini? Non sono facilmente impressionabile, ma questa foto grida vendetta !!!!! Mostri che avete fatto questo al povero cagnone crepateeeee!!!!!

  3. Marilena Albiero

    La Grecia è un Paese in bancarotta. Le persone non hanno nemmeno più cibo , medicine, eppure in tutta questa tragedia c’è chi fa combattere queste creature per lucrare un po’ di soldi. Già ci sono migliaia di abbandoni di animali dovuti a questa terribile crisi ma ancora bisogna leggere queste atrocità. L’uomo spera di salvarsi così? Ma ciò che è fatto a questi cani verrà sicuramente reso e in abbondanza.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com