Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Alaska: durante la gara di sled dog “estrema” di Iditarod, cane da slitta muore soffocato dalla neve

Alaska: durante la gara di sled dog “estrema” di Iditarod, cane da slitta muore soffocato dalla neve

Sarebbe la prima morte “in gara” dal 2009, quella del cane da slitta sepolto vivo e poi soffocato dalla neve nel percorso che unisce le città di Anchorage e Nome, in Alaska.

La Iditarod Trail Sled Dog Race è considerata una delle più celebri corse con i cani da slitta, e si svolge su un territorio considerato particolarmente difficile e non a caso utilizzato per competizioni sportive “estreme”.

Secondo NBCSports, il cane era rimasto indietro ad un checkpoint, lungo il percorso, mentre sulla zona infuriava una tempesta di neve. Quello che viene definito “un incidente” è avvenuto la scorsa settimana e ha scatenato polemiche furiose relativamente alla precaria sicurezza degli animali sfruttati nella competizione sportiva.

Il cane da slitta rimasto ucciso era una femmina di soli cinque anni di età di nome Dorado e faceva parte del team della musher Paige Drobny. Il suo corpo senza vita è stato trovato venerdì scorso a Unalakleet, un villaggio Inupiat che serve anche da checkpoint nel corso della gara.

Le indagini necroscopiche effettuate sui resti hanno confermato la causa del decesso: Dorado è morta asfissiata dopo essere stata letteralmente sepolta dalla neve. È spirata mentre si trovava legata all’aperto dopo essere stata lasciata indietro dalla musher perché troppo stanca: i cani, mano a mano che la gara prosegue, vengono infatti lasciati ai checkpoint lungo il percorso per poi essere reinviati a casa.

Dorado è morta durante la notte. L’ultima volta che è stata vista viva dai race marshal erano le tre del mattino.

“Tra quell’ora e l’alba, la neve ha cominciato a spostarsi a causa del vento e ha sepolto alcuni cani. Dorado è stata trovata deceduta”, ha commentato uno di essi, Mark Nordman.

Gli attivisti per i diritti animali, che da anni sostengono che gli animali vengono spinti a superare i loro limiti nel corso della gara di Iditarod, commentano: “La nostra opinione su questa corsa è sempre stata uguale: chi ha davvero a cuore la sorte dei cani non la supporta. È uno spettacolo crudele”.

Foto: repertorio (fonte DeviantArt).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com