Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Storie miracolose: il salvataggio di Tessa, cagnetta cieca e immobile destinata all’eutanasia

[VIDEO] Storie miracolose: il salvataggio di Tessa, cagnetta cieca e immobile destinata all’eutanasia

Quello di Tessa è, certamente, uno dei salvataggi più commoventi portati a termine da Eldad Hagar, senza dubbio uno dei migliori attivisti per i diritti animali al mondo.

Il fondatore dell’associazione di soccorso americana Hope for Paws si trova, in questa circostanza, ad intervenire nei confronti di un cane il cui destino sembra ormai drammaticamente segnato: Tessa, abbandonata dai suoi proprietari in un canile che autorizza l’eutanasia quando ha cominciato a manifestare problemi di salute, è cieca e non è neppure in grado di alzarsi in piedi.

Per lei, i responsabili della struttura non hanno in programma altro che un’iniezione letale, perché la sua adozione è praticamente impossibile. Almeno fino a che Tessa non viene notata da qualcuno che contatta Eldad Hagar.

Eldad interviene immediatamente e riscatta la cagnolina, pur consapevole della fragilità estrema delle sue condizioni. Quando Tessa esce dal canile tra le braccia dell’attivista, mancano solo poche ore alla sua eutanasia: era rimasta per giorni seduta immobile nella sua gabbia, in attesa di qualcuno che non sarebbe mai tornato a prenderla, terrorizzata e confusa.

La docilità del cane è visibile immediatamente: Tessa è disorientata, non vede, non riesce a camminare, eppure si mette totalmente nelle mani di Eldad, che la tratta con una dolcezza che  forse non ha mai conosciuto. Viene rasserenata, coccolata e lavata, e poi è il momento di sottoporla a tutti gli esami veterinari di cui ha bisogno.

A Tessa viene diagnosticato il nistagmo, ossia una patologia che produce movimenti oculari oscillatori involontari, forse di base ereditaria o forse derivati da lesioni dell’apparato oculo-motore. Per questa ragione Tessa non riusciva più a stare in piedi o a camminare.

Il nistagmo è comunque connesso anche all’area del cervelletto e ai centri tronco-encefalici, e per questa ragione il team veterinario sottopone Tessa anche ad una TAC. Il risultato è sconfortante: idrocefalo, ossia accumulo di liquido a livello dei ventricoli cerebrali, con conseguente ipertensione intracranica e successivi danni al tessuto cerebrale.

Le possibilità che Tessa potesse riacquistare la vista o camminare di nuovo erano più che esigue. Nonostante questo, Eldad e il suo team decidono di non gettare la spugna e di continuare a tentare.

E il miracolo, incredibilmente, accade.

L’amore, le terapie, la pazienza, il conforto, la compassione aiutano Tessa e lentamente, ma inesorabilmente, lei riprende a muoversi. Dapprima scodinzola. Poi si alza in piedi. Poi muove qualche timido passo.

E i suoi occhi cominciano, lentamente, a rispondere perlomeno alla luce.

Tessa non deve più essere imboccata con un cucchiaio: mangia da sola dalla sua ciotola, seppure con un po’ di aiuto. Piano piano i suoi passi si fanno meno timorosi, e più sicuri. Impara a giocare.

“Il suo spirito è tornato in vita e lei è davvero, davvero felice. La vita di Tessa è fragile, ma preziosa”, spiega Eldad nel video, ed è proprio così.

Nella foto: gli occhi di Tessa cominciano a rispondere alla luce (fonte video).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Ewwwai piccola Tessa! Questo dolce video ci rincuora un pochino dopo tutte le terribili notizie che abbiamo letto oggi. Quanto amore nei gesti di chi ti ha salvato! Noi, che abitiamo a migliaia di chilometri di distanza, ti auguriamo con tutto il cuore una nuova lunga vita davvero davvero felice alla faccia di chi ti voleva far morire!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com