Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Reggio Emilia: uccise un cane a bastonate perché abbaiava, patteggia con una multa

Reggio Emilia: uccise un cane a bastonate perché abbaiava, patteggia con una multa

Ha patteggiato i 4 mesi e 15 giorni di reclusione con una multa da 22,500 euro l’uomo responsabile di aver ammazzato un cane a bastonate a Montecavolo, in provincia di Reggio Emilia.

La brutale uccisione, avvenuta nell’agosto del 2011, è stata giustificata dall’aguzzino (di cui Il Resto del Carlino ha rilasciato le generalità: Marco Boni, 52 anni) con la motivazione che il cane abbaiava di continuo, e dunque disturbava.

L’animale venne ammazzato mentre i suoi proprietari si trovavano in vacanza, e fu lo stesso aggressore a telefonare per informarli di quanto avvenuto. Disse che si era trattato di un momento di rabbia, che non c’era stata intenzione di ucciderlo, ma che il cane era stato colpito con un solo colpo al collo ed era incredibilmente morto.

La realtà dei fatti si rivelò essere un po’ diversa: il segugio venne trovato senza vita all’interno della sua cuccia, come se ci si fosse rifugiato nel tentativo di sfuggire al suo assassino, e con il sangue che usciva dalla bocca. Le successive analisi necroscopiche effettuate sui resti portarono alla luce una realtà ancora più agghiacciante: il cane non era stato ucciso da un solo colpo al collo, involontario ma ben assestato, ma da una gragnola di bastonate che gli avevano fracassato il cranio, due zampe e spappolato la milza.

L’animale ucciso era una femmina di nove anni di nome Moretta.

La sua vita è valsa poco più di 22 mila euro, e neppure un giorno di galera.

Foto: repertorio (fonte Wikimedia).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Povera Moretta, povero tesoro! Cosa vuol dire “i suoi proprietari erano andati in vacanza?” Sicuramente abbaiava e piangeva se è stata lasciata sola! Ma almeno veniva accudita da qualcuno? Mi sembra una storia davvero terribile ed a rimetterci è stata la piccola lasciata in balia di un mostro assassino!

  2. In galera ai lavori forzati per anni, a rifare le strade e altre strutture, eccetera.
    Assassino, il prossimo sarà sicuramente un bambino perchè piangerà o chiederà un giocattolo. Complimenti merda! Lasciamolo impunito che questa è giustizia, il mondo sicuramente sarà così un posto migliore.

  3. MI FA SEMPLICEMENTE SCHIFO. LUI E IL MODO IN CUI NON SI RIESCE MAI A FARE GIUSTIZIA COME SI DEVE

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com