Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Palermo: gattina ipovedente colpita da una pistola sparachiodi. Perde anche l’altro occhio

Palermo: gattina ipovedente colpita da una pistola sparachiodi. Perde anche l’altro occhio

È rimasta completamente cieca la gattina bianca e nera che, negli scorsi giorni, è stata presa a bersaglio da alcuni aguzzini non identificati, probabilmente armati di pistola sparachiodi.

La vicenda arriva da Palermo, e in particolare dalla zona del carcere minorile dove ultimamente si sarebbero verificati numerosi atti di violenza nei confronti dei piccoli felini residenti.

La piccola, che aveva già perso un occhio a causa di una patologia infantile e che era conosciuta dai residenti, è stata individuata agonizzante da una donna che si trovava a passeggio con il proprio cane.

Trasportata d’urgenza presso il più vicino centro veterinario, la gattina ha comunque finito col perdere l’unico occhio rimastole, devastato da un chiodo probabilmente sparato con un’apposita pistola. Il chiodo è penetrato all’altezza del naso e ha poi finito col distruggere la cavità orbicolare sinistra.

La donna che ha soccorso la micia ha dichiarato: “Ho sempre avuto cani e non sapevo come fare, in urgenza, per aiutare la povera gattina. Allora mi sono rivolta alla macelleria sperando di trovare un trasportino e qui ho saputo degli altri ritrovamenti”. La signora si riferisce agli altri gatti rimasti recentemente vittima della violenza degli aguzzini: gli animali sarebbero stati centrati da chiodi e persino da siringhe. È tuttavia la prima volta che un gatto della zona riporta un danno così grave, quasi a significare che gli aguzzini stanno “evolvendo” nelle loro manifestazioni di violenza – in maniera non dissimile dai serial killer.

La gattina, ora completamente cieca, è ora stata posta in adozione. Non conosciamo purtroppo né le modalità di affido né i referenti da contattare.

Nella foto: la gattina dopo il ritrovamento (fonte Geapress).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Che schifo e’ proprio vero che in certe zone d’Italia sono rimasti anni indietro rispetto all’evoluzione umana… Troppo comodo prendersela con poveri animali indifesi!! Spero che la piccola trovi casa al più presto!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com