Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Comacchio: gattino incastrato nel cofano. I soccorsi non arrivano, e lui muore

Comacchio: gattino incastrato nel cofano. I soccorsi non arrivano, e lui muore

La motivazione per cui il gattino morto nel cofano di un’auto, a Comacchio, non è stato soccorso potrebbe ritrovarsi nella giustificazione data dal Comune: “La guardia veterinaria è disponibile solo d’estate”.

È una vicenda dolorosa quella che arriva dalla provincia di Ferrara, dove un micio di pochi mesi di vita è spirato a causa della gravità delle lesioni nonostante una soccorritrice fosse accorsa per aiutarlo. Una soccorritrice che però aveva bisogno di aiuto, e che non lo avrebbe trovato.

A raccontare quanto accaduto è la stessa cittadina che ha cercato inutilmente di salvare l’animale, Anna Zannini.

“Nel tardo pomeriggio si è verificato un episodio che ha toccato profondamente la mia sensibilità e quella delle persone presenti, ci tengo pertanto che venga reso pubblico, al fine di rendere efficiente e garantire un servizio che sia in grado di prestare un immediato soccorso agli animali.

Alle 18 circa un gattino è stato trovato all’interno del cofano dell’ auto, intrappolato nella cinghia di distribuzione, solo grazie all’intervento tempestivo dei vigili del fuoco di Comacchio è stato liberato, purtroppo però è rimasto ferito, ed era necessario intervenire rapidamente, perché perdeva molto sangue.

Numerose sono state le chiamate effettuate dalla polizia Locale ai veterinari della zona, nessuno però si è reso disponibile a prestare soccorso all’animale, è stato detto che il Comune di Comacchio mette a disposizione la guardia veterinaria solo d’estate.

Dopo due ore sono riusciti a contattare la Signora Lara una volontaria, che si occupa dei “trovatelli” e ha potuto ricevere le prime cure.

Queste sono le parole che ho ricevuto dopo alcune ore: “Troppo tempo senza cure è morto dissanguato, poverino voi non avete colpe”. L’unica cosa che mi rattrista è pensare che forse quel gattino si sarebbe potuto salvare se ci fosse stato qualcuno disponibile immediatamente nel territorio.

Il Comune di Comacchio non potrebbe a disposizione la guardia veterinaria d’inverno, anche solo nei giorni festivi? Si potrebbero evitare e risolvere casi come questi.

Anche se era solo un gattino era pur sempre un essere vivente e come tale andava soccorso in tempi rapidi.

Grazie a tutte le persone che hanno collaborato, un grazie di cuore ai vigili del fuoco ed alla Polizia Locale.”.

Foto: repertorio (fonte Wikimedia).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Ma c’è un codice deontologico nella professione veterinaria oppure no? Come può un medico degli animali non rivolgere il proprio soccorso – vitale – ad un animale in difficoltà?
    Posso immaginare gli impegni oberosi, certamente, ma non riuscire a trovarne nemmeno uno disponibile, mi sembra un’assurdita!
    Vorrei ringraziare la sig. Anna che ha in tutti modi cercato di salvare il micetto, e con lei tutti coloro che hanno collaborato per cercare di risolvere questa vicenda.

  2. Marilena Albiero

    Era “solo” un gattino. No cazzo era un essere vivente e, come ogni essere vivente, ha diritto alle cure e alla vita. Ma qui in Italia come, purtroppo, nel mondo gli animali non hanno alcun diritto perchè, appunto, era “solo” un gatto.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com