Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / USA: rubano un cane per poi lanciarlo dall’auto in corsa. L’animale muore

USA: rubano un cane per poi lanciarlo dall’auto in corsa. L’animale muore

Non è sopravvissuta Molly, la meticcia di due anni di età rubata alcuni giorni fa da un giardino recintato soltanto per essere lanciata da un’auto in corsa.

La storia, molto triste e particolarmente sgradevole, arriva dallo Stato americano del Tennessee.

Molly era stata adottata dalla sua famiglia che era ancora cucciola. Il suo precedente proprietario l’aveva abbandonata, piccolissima e morente, in mezzo ad un campo e sarebbe certamente morta se Justin Greene non l’avesse soccorsa e portata a casa.

Al momento del furto, avvenuto giovedì scorso, i suoi proprietari si erano allontanati per fare la spesa e lei si trovava all’interno del giardino recintato dell’abitazione.

A notare il furto è stato un vicino di casa, che ha subito contattato i Greene per raccontare loro che Molly era stata avvicinata e prelevata da un uomo, che successivamente l’aveva caricata in auto per poi partire.

Il vicino di casa aveva a quel punto inseguito il rapitore, soltanto per accorgersi che, a poca distanza dall’abitazione, il passeggero che gli sedeva accanto aveva gettato il cane fuori dal finestrino. Al momento dell’urto contro l’asfalto, la vettura viaggiava ad una velocità di oltre sessanta chilometri all’ora.

I Greene erano arrivati sulla scena dell’incidente quasi immediatamente. Molly era circondata da alcune persone che, pietosamente, si erano fermate a soccorrerla e che deviavano il traffico perché non venisse investita.

Ricoverata d’urgenza presso il più vicino ospedale veterinario, Molly era già in condizioni disperate: con tutte e quattro le zampe spezzate e alcune lacerazioni, si trovava ormai in stato di shock.

“I danni erano così estesi che i veterinari non hanno potuto fare nulla per salvarla”, spiega la locale Protezione Animali. “Quanto accaduto è impensabile, non capisco come qualcuno possa fare una cosa del genere”.

La proprietaria di Molly, Brittany Greene, è costernata dall’intenzionalità di quanto accaduto: “Me ne farei una ragione se fosse morta di malattia. Se si fosse trattato di un incidente. Ma che qualcuno lo abbia fatto apposta e senza una ragione, non mi dà pace”.

La comunità del posto ha raccolto 2000 dollari, ora posti come taglia sulla testa dell’aggressore. Le autorità indagano.

Foto: Molly (fonte Examiner).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Perchè?
    Che cosa aveva fatto quella cagnolina?

  2. IO gli farei fare un salto… da un aereo e senza paracadute. Bastardi!

  3. maledetti

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com