Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Isernia, ottantenne sistema trappole per i cinghiali: sorpreso dalle telecamere

Isernia, ottantenne sistema trappole per i cinghiali: sorpreso dalle telecamere

Ha circa ottant’anni il bracconiere “immortalato” dalle telecamere mentre sistemava lacci-trappola per catturare i cinghiali, a Chiauci, nella provincia di Isernia.

A fermare l’uomo sono stati gli uomini del Corpo Forestale dello Stato dopo averne assodato l’identità: il bracconiere stava “cacciando” a ridosso della Riserva di Collemeluccio utilizzando lacci di nylon in una zona protetta per la fauna.

L’anziano è stato colto sul fatto mentre sistemava l’ennesima trappola – nascosta tra due alberi in modo da imprigionare e strangolare i cinghiali di passaggio.

A detta degli stessi Carabinieri, l’uomo era solito portare a termine queste pratiche.

Dopo essere stato colto in flagranza di reato, il bracconiere è stato deferito all’Autorità Giudiziaria e le trappole sequestrate. Presso la sua abitazione sono stati sequestrati una postola e un fucile da caccia, di cui era autorizzata la sola detenzione ma non l’utilizzo.

Foto: repertorio (fonte Sander van der Wel-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Io lo dico sempre, le telecamere sono fondamentali, tanto siamo comunque costantemente controllati, quindi non cambia nulla.
    Quanti crimini e quante porcherie uscirebbero fuori con le riprese!
    Se ci fosse una legge in ytaglia…questo sarebbe degnamente punito.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com