Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Roma: nell’allevamento abusivo i cuccioli con coda e orecchie mozzate

Roma: nell’allevamento abusivo i cuccioli con coda e orecchie mozzate

Sono tredici Pastori del Caucaso i cani sequestrati ad un allevatore di nazionalità greca che li deteneva in una struttura abusiva a Fonte Martino, frazione di Cervara di Roma.

Il canile/allevamento è stato sequestrato a seguito di un sopralluogo dei Carabinieri caldeggiato dai cittadini del quartiere, che si lamentavano per i continui lamenti degli animali.

Secondo le forze dell’ordine il 48enne greco trattava i cani con particolare brutalità, lasciandoli senza cibo e sottoponendoli illegalmente a raffazzonati interventi di conchectomia (taglio delle orecchie) e caudectomia (taglio della coda).

In particolare i due cuccioli sequestrati mostravano ferite non ancora cicatrizzate.

Tutti e tredici i cani, di cui undici adulti, sono stati immediatamente prelevati ed affidati al servizio veterinario dell’ASL, e si trovano ora in gestione presso il canile La Casa di Tobia.

Per loro si sta procedendo alle cure di rito.

Il responsabile della struttura e degli interventi chirurgici illegali è stato denunciato a piede libero con le accuse di maltrattamento di animali e disturbo della quiete pubblica.

Foto: repertorio (fonte Pellaea-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Vabbè un classico purtroppo, considerando che ci sono assassini e stupratori liberi con condanne in giudicato…siamo proprio un bel paese.
    Se va come dovrebbe andare, non si sa quante proposte di legge popolari arriveranno in parlamento e poi saranno cazzi! Per tutti.

    Ma poi che cazzo serve tagliare le orecchie ai cani?
    Come fanno a comunicare?
    Se la natura li avesse voluti con le orecchie e la coda mozzata sarebbero nati così.

  2. Sempre denunciati a piede libero. Che bello avere una legislazione che non serve a un cazzo.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com