Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Nuova Zelanda: cane appena adottato salva proprietaria da uno stupro

Nuova Zelanda: cane appena adottato salva proprietaria da uno stupro

Nella giornata di domenica scorsa una ragazza neozelandese di 19 anni è stata salvata da un’aggressione sessuale grazie all’intervento del suo cane, un meticcio adottato al canile solo due mesi prima.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Examiner, la giovane sarebbe stata aggredita alle spalle da un uomo sbucato dal buio mentre attraversava il Jellie Park di Burnside.

La 19enne aveva a quel punto cercato di divincolarsi calciando e colpendo alla cieca, ma senza l’intervento del cane avrebbe finito comunque col soccombere alla forza fisica dell’aggressore.

Il cane, un meticcio di pastore tedesco di 13 mesi, è fortunatamente intervenuto subito: una volta saltato sulla schiena dell’uomo, ha preso a ringhiare e a morderlo, fino a cercare di trascinarlo via dalla sua “umana”.

Infine, l’aggressore ferito si è alzato in piedi e si è dileguato nel parco.

La 19enne è rimasta ferita durante l’attacco ma si rimetterà abbastanza rapidamente. E si rende conto che è stata la presenza del cane a fare la differenza: “Vedo persone tagliare per il parco continuamente. Se non fossi stata io, forse sarebbe stata un’altra ragazza senza il cane”.

Stupefatta dell’attaccamento che il cane ha mostrato da subito verso di lei, commenta: “È un cane fantastico. È successa comunque una cosa terribile, ma senza di lui avrei potuto essere uccisa in quel parco”.

Foto: repertorio (fonte izzie_whizzie-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Mariuccia Fornasari

    UN’ALTRO ANGELO CUSTODE CHE PROTEGGERA’ SEMPRE LA SUA AMICA UMANA. GRAZIE AMATI FRATELLI ANIMALI

  2. Ahahah…13 mesi, promette bene!!! 🙂
    Meno male che è andata bene, queste storie sono abbastanza frequenti, ricordo ancora e sempre con un pizzico di stupore la storia di quell’individuo che tentò di aprofittare di una donna e il suo cane (quello del criminale) gli si rivoltò contro e non permise lo scempio!
    Grande!

  3. Marilena Albiero

    Non c’è amicizia fra “umani” che superi quella di un cane per chi vive insieme a lui (non mi piace la parole padrone) e questa vicenda ne è l’ennesima conferma.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com