Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Napoli: le prostitute che salvano il cucciolo gettato dentro un tombino

Napoli: le prostitute che salvano il cucciolo gettato dentro un tombino

Un cucciolo di cane da caccia di soli quattro mesi di età è stato abbandonato in un tombino a Napoli, lo scorso venerdì mattina. L’animale si trovava nella zona della Circonvallazione esterna a Giugliano, dove transitano numerose prostitute.

E se non fosse stato per loro, probabilmente sarebbe morto nel silenzio e nell’indifferenza più totale.

Le donne hanno subito soccorso il cucciolo e gli hanno prestato le prime cure, di fatto salvandogli la vita. Ora il piccolo, un Breton, troverà una nuova casa.

Spiega Francesco Emilio Borrelli, commissario regionale dei Verdi Ecologisti campani: “Non è la prima volta che gli animali, randagi e non, vengono salvati alle prostitute di Napoli e provincia, che si dimostrano sempre migliori dei loro clienti”.

“Temiamo che i controlli straordinari nelle fogne di Napoli, partiti in queste ore ad opera di Carabinieri e Polizia per prevenire rapide da parte di malviventi che agiscono muovendosi nel sottosuolo, faranno emergere in modo ancora più drammatico il triste fenomeno degli animali abbandonati e lasciati a morire in modo orrendo nel sottosuolo napoletano”.

Spiega l’attivista Germana Vivaldi, che è intervenuta per recuperare il piccolo breton soccorso dalle prostitute: “Non passa giorno senza il ritrovamento di cadaveri di animali abbandonati ai bordi delle strade. In molti casi sono agonizzanti, con la spina dorsale spezzata o pieni di ferite dovute alle percosse, agli investimenti e alle violenze che subiscono prevalentemente dagli uomini”.

Nella foto: il piccolo breton salvato (fonte NapoliVillage).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Marilena Albiero

    Grazie di cuore a queste Signore. La loro umanità è grande . Le Istituzioni invece sono nella maggioranza dei casi assenti soprattutto quando si tratta di animali e, al Sud, purtroppo ancora “più assenti”.

  2. Un bacio e un abbraccio immenso a queste signore 🙂

    Grazie di Cuore!

  3. Mariuccia Fornasari

    Ringrazio sentitamente queste Signore che dimostrano che hanno un cuore buono,sensibile, anche loro purtroppo, conoscono la sofferenza, lo sfruttamento morale e fisico, come per quel cucciolo che grazie al loro intervento è stato salvato, desidererei anche per ognuna di loro, una vita tranquilla, in pace con dignità e rispetto.Grazie ancora.

  4. Queste sono prostitute, donne con una dignità, che conoscono la violenza di una vita di strada, considerate ultime dalla razza umana, come ultimi sono considerati gli animali. Queste sono donne che non hanno nulla a che fare con le puttane che girano nella certa tal villa di una certa tal cittadina della brianza. Loro non mi fanno vergognare di essere donna, quelle della tal villa nella tal cittadina sì.

  5. Grazie a queste donne forti che hanno aiutato questo piccolo cucciolo, grazie di cuore.
    Grazie a chi diffonde queste notizie che mettono in evidenza i problemi, sia di queste donne che degli animali, entrambi sfruttati ed entrambi “gettati via quando non servono più”.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com