Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Pavia, emergenza “volpi rognose” rientrata. Le istituzioni: nessun pericolo

Pavia, emergenza “volpi rognose” rientrata. Le istituzioni: nessun pericolo

Secondo VogheraNews che riporta la notizia, quella delle “volpi rognose” è stata una vera e propria bufala.

In alcune zone della provincia di Pavia (Gambolò e Gropello Garlasco, tra le altre) i cacciatori avevano lanciato un vero e proprio allarme relativamente alla pericolosità di questa specie, a loro dire diffusamente affetta di una forma particolarmente virulenta di rogna.

In realtà, le analisi effettuate su 13 animali uccisi hanno portato alla scoperta di soli quattro individui con lesioni sospette sulla cute. Di questi quattro, uno solo si mostrava sofferente di rogna sarcoptica.

I risultati sono stati resi noti dall’Istituto Zooprofilattico di Brescia, che ha portato a termine le indagini necroscopiche.

E così, tredici volpi sono state uccise perché si temeva soffrissero di una gravissima forma di rogna, estremamente contagiosa. Una sola di esse soffriva di rogna sarcoptica e tale malattia, secondo gli specialisti, “solo in certe condizioni” avrebbe potuto trasmettersi all’uomo.

E le autorità sanitarie hanno escluso l’allarme e la necessità di ricorrere a misure straordinarie.

Tuttavia, i cacciatori continuano a richiedere la possibilità di uccidere le volpi anche fuori dal periodo venatorio. Prima di loro, il mirino è stato puntato su cinghiali e nutrie.

I prossimi in lista potrebbero invece essere i caprioli.

Foto: repertorio (fonte FieldsportsChannel.tv-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. No, i prossimi saranno le persone, che per altro già muoiono a migliaia sotto i fucili dei cacciatori-bracconieri.
    Questi individui sparerebbero anche ai bambini, basterebbe solamente averne l’autorizzazione, è estremamente chiaro purtroppo.

    Il problema della rogna – e/o altre malattie considerate pericolose – delle volpi è una questione che nel tempo grazie a politiche intelligenti, ove è stato possibile attuarle, è stato fortemente ridimensionato e saldamente controllato.

    La verità è che i deprecabili individui di cui sopra volevano soltanto soddisfare la loro “sete di sangue e potere” uccidendo questi 12 esemplari perfettamente sani.

    Ma anche questo, si era capito.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com