Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / A Barbarano Romano c’è un maniaco che ammazza i cavalli a fucilate

A Barbarano Romano c’è un maniaco che ammazza i cavalli a fucilate

Sono brutte, le notizie che arrivano dalla cittadina viterbese di Barbarano Romano. Nell’area c’è un killer, ancora ignoto, che se la prende con un piccolo branco di cavalli liberi, ammazzandoli a fucilate.

I cavalli, circa una dozzina, sono stati presi di mira in maniera meticolosa, precisa, come racconta l’attivista Kim Sambiati, che ci ha contattati direttamente e che parla, senza mezzi termini, di una mattanza: “All’inizio di Febbraio sono stati rinvenuti i cadaveri di 3 cavalli uccisi a fucilate all’interno di noccioleti e campi a foraggio. I tre cavalli appartenevano ad un gruppo di 12 che da qualche tempo è presente nella zona. Si tratta di cavalli liberi, i cui capostipiti sono forse fuggiti da qualche allevamento, ma che si sono poi riprodotti dando inizio a quella che è ora una mandria di cavalli liberi.”.

“Nella giornata di lunedì 11 febbraio si è verificata un’altra uccisione: il quarto cavallo è stato freddato con un colpo al collo da distanza ravvicinata, schizzi di sangue erano evidenti nel punto il cui il cavallo era stato colpito e poco distante giaceva il suo corpo esanime; l’arma utilizzata è in tutta probabilità un fucile da caccia”.

Secondo la Sambiati, “appare chiaro l’intento di eliminare questi cavalli, tanto che l’assassino ha portato con sé un fucile da caccia, arma che in periodi in cui la caccia è chiusa, non può essere utilizzata, e si è allontanato con un un trattore o un fuoristrada attraverso strade poderali sterrate, impercorribili con una normale autovettura”.

In pratica, non si tratta di uccisioni casuali ma ben organizzate sulle quali attualmente stanno investigando i Carabinieri della cittadina. Anche l’amministrazione locale è stata informata dell’accaduto e, con i veterinari provinciali, ha provveduto alla rimozione dei corpi degli animali uccisi.

Tuttavia, “è doveroso chiedersi quali provvedimenti hanno intenzione di prendere contro l’autore della mattanza. Inoltre il nostro scopo è impedire che altri cavalli vengano uccisi”, dice la Sambiati.

Per mantenere alta l’attenzione in merito alla vicenda è stato creato un apposito evento su Facebook, che trovate a questa pagina.

“Abbiamo mandato una lettera al sindaco di Barbarano, firmata da più di cento persone”, ci scrive l’attivista, “tuttavia sappiamo bene che senza l’aiuto dei media l’autore dello scempio resterà impunito”.

Ilaria Drago, portavoce degli abitanti della cittadina, commenta: “Erano cavalli bellissimi, liberi, che davano gioia solo a vederli correre da lontano. Espressione meravigliosa della natura ancora capace di donarci tanta ricchezza ed emozione. Perché le istituzioni se ne disinteressano? Salviamoli! Li stanno uccidendo ad uno ad uno”.

Foto: repertorio (fonte cone_dmn-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com