Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / L’Aqulia: lupo ammazzato a fucilate nel Parco Regionale Sirente Velino

L’Aqulia: lupo ammazzato a fucilate nel Parco Regionale Sirente Velino

Non trovano pace i poveri lupi. Dopo l’esemplare ritrovato morto in mezzo a un campo nei pressi di Perugia, nelle scorse ore un altro predatore è stato ammazzato a fucilate ad Avezzano, L’Aquila.

Il corpo senza vita del lupo è stato ritrovato in una pozza di sangue sul versante Marsica del Parco Regionale Sirente Velino. A poca distanza e nelle stesse ore, in Valle Subequana, veniva scoperto un giovane capriolo morto. Per lui, la causa del decesso è ancora tutta da stablire.

Il lupo ucciso a colpi d’arma da fuoco si trovava a Forme di Massa d’Albe, non troppo distante dal centro abitato. A individuarlo sono stati gli uomini del Corpo Forestale dello Stato.

Commenta il presidente del Parco Sirente Velino, Simone Angelosante: “Questi episodi, oltre che inqualificabili, stupidi e criminali, creano un grave danno all’azione dell’Ente Parco da sempre impegnato, anche grazie ai finanziamenti dell’Unione Europea, nella salvaguardia della fauna protetta e nella difesa della biodiversità. Senza contare che da quando sui nostri monti è ricomparso il lupo, secondo i primi rilevamenti che devono ancora essere ufficializzati la popolazione dei cinghiali si sta normalizzando”.

I resti del lupo e del capriolo sono stati trasportati all’Istituto Zooprofilattico di Teramo che, attraverso gli esami necroscopici di rito, accerteranno le esatte cause della morte. Nel caso del lupo, dovrà in particolare essere definito il tipo di arma utilizzata.

Il Parco ha intanto avviato le procedure amministrative per presentare denuncia contro ignoti all’autorità giudiziaria, nella speranza che vengano individuati i colpevoli. La struttura ha anche segnalato che si costituirà parte civile in un eventuale processo e che rafforzerà le opere di sorveglianza per proteggere gli animali dai bracconieri.

Foto: il lupo ucciso (fonte MarsicaLive).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. L’ignoranza degli umani travalica le regole del vivere naturali. Che siano inflitte giuste pene ai responsabili di queste bravate che minacciano le specie a rischio.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com