Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Appelli / [APPELLO] Nemo: quando una vita rischia di scivolare via nel silenzio

[APPELLO] Nemo: quando una vita rischia di scivolare via nel silenzio

 

Di Nemo si occupano soltanto i volontari che da anni gli riservano un box al canile. Perché Nemo ha due brutti difetti che, a quanto pare, lo rendono inadottabile: è anziano, ed è un pitbull.

Nonostante l’amore infinito che gli attivisti provano per lui, nessuno sembra voler guardare oltre l’apparenza di questo cane che, dalla vita, ha avuto al massimo il box di un canile. Certamente è curato, Nemo, certamente è amato. Ma quando è una esistenza intera ad nutrirsi solo di questo, allora non basta più – anche a detta degli stessi volontari.

Nemo ha quattordici anni, è un pitbull e rischia di morire in canile senza aver mai conosciuto la sensazione di una famiglia vera.

C’è stato un tempo in cui Nemo era giovane e forte, ancora più bello di quanto non sia ora. Eppure, anche allora, nessuno lo ha voluto a causa della stupida paura che incute la sua razza.

I volontari che si prendono cura di lui scuotono la testa con amarezza quando si parla dell’argomento, perché Nemo è tutto meno che pericoloso.

È anziano, un nonnino che vorrebbe solo starsene tranquillo al caldo, in una casa in cui gli si voglia bene.

Nemo, a detta dell’associazione Milano Zoofila che si occupa di lui, “ha avuto una vita non bella, fatta di stenti e poi è finito, anni e anni fa, in canile. È un cane socievole, molto dolce e anche molto simpatico, che non ha alcun problema con le persone”.

“Alla sua età si ha soltanto voglia di avere una bella cuccia calda e morbida, qualche passeggiata per annusare tutti gli odori dell’erba che tanto gli sono mancati in questi anni”.

Inoltre, Nemo è educatissimo: nonostante l’età avanzata non sporca neppure nel suo box, né tira al guinzaglio. Ama le coccole ed è molto dolce e affettuoso.

Per Nemo, ultimamente, le cose si sono messe male – ed è il timore che muoia nella sua gabbia senza aver mai conosciuto nient’altro che ha spinto le volontarie ad intensificare la richiesta di diffusione della sua storia.

Nemo ha trascorso circa undici anni in canile e, nonostante il carattere equilibrato, pacifico e paziente, ora la sua serenità comincia a vacillare.

Si sta spegnendo piano piano, in silenzio. Sta smettendo di mangiare e non vuole più uscire dal box. Vuole solo stare al caldo nella parte notte, oppure, se c’è il sole, fuori sdraiato sul suo fagiolo ma sempre sotto le coperte.

I volontari non sanno quanto tempo gli rimane, ma sanno che è necessario fare l’impossibile perché abbia qualcosa in più di quello che ha avuto fino ad ora.

C’è stato un tempo in cui Nemo rappresentava forza, eleganza e orgoglio. Se guardate fisso nei suoi occhi stanchi e arrossati, tuttavia, vedrete ancora, in profondità, il cane che è stato.

Davvero una creatura del genere merita di morire nel silenzio in cui è sempre vissuta?

Se voi foste al suo posto, non chiedereste qualcosa in più?

Vi chiediamo, con tutto il cuore, di leggere la storia di Nemo a questo link.

E di fermarvi un istante a ponderare se non sia il caso di fare un atto d’amore, un atto di generosità. Un atto che, ne siamo certi, Nemo saprebbe ricompensare con tutta la gratitudine che da una vita si tiene stretta dentro.

Nella foto: Nemo (fonte Milano Zoofila-Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com