Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Crotone: cane sequestrato ad un aguzzino “recidivo”

Crotone: cane sequestrato ad un aguzzino “recidivo”

“La Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Crotone esprime profondo compiacimento per l’intervento della Polizia che su nostra segnalazione ha tratto in salvo un cane detenuto da un recidivo maltrattatore di animali, gia’ noto alle forze dell’ordine.

L’intera operazione, conclusasi con il sequestro del cane affidato alle nostre cure, e’ stata brillantemente coordinata dal Vice Sovrintendente della Polizia di Stato Massimo Lupo, il quale, preso atto dei precedenti maltrattamenti e sentite le testimonianze dirette ha ritenuto opportuno agire tempestivamente per trarre in salvo il cane.

Cogliamo l’occasione per ribadire che il maltrattamento di animali e’ un reato grave punito dalla legge, ma soprattutto che esiste il reato di maltrattamento indiretto come tenere un cane legato o in balcone, non nutrirlo sufficientemente, fargli patire il freddo o il caldo. ricordiamo inoltre che il maltrattamento psicologico e’ stato equiparato al maltrattamento fisico e la legge li punisce ambedue allo stesso modo.

Il rispetto degli animali e’ ormai patrimonio della coscienza sociale contemporanea e anche i nostri concittadini piu’ distratti dovranno prenderne atto. A maggior ragione siamo lieti che la Questura di Crotone sia abitata da sentimenti di tale profonda sensibilita’. Ci auguriamo che il pregiudicato in questione, avendo cagionato la morte di altri cani, sia finalmente messo definitivamente nella condizione di non possedere piu’ nessun tipo di animale e a nessun titolo.

Patrizia Taverniti

Presidente LNDC sez. di Crotone

Piera Rosati

dir. Ufficio Stampa e Comunicazione

comunicazione.sviluppolndc@gmail.com

Lega Nazionale per la Difesa del Cane

Via Catalani 73, 20131 Milano

cell. 335 7107106

Tel. e Fax 02 26116502

www.legadelcane.org

Comunicato stampa LNDC, 19 febbraio 2013.

Nella foto: il cagnolino salvato (fonte LNDC).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Molto bene, grazie!!!

    Ma io mi domando una sola cosa, e non per voler essere sempre polemico, ma perchè mi viene naturale.
    Com’è possibile che l’aguzzino, e quindi il criminale, fosse già recidivo?
    Come è possibile che aveva un cane e si presume che facesse al suddetto, come se niente fosse stato, ciò per cui è stato indicato come recidivo? (Non so ora).

    Sono molto contento per il cagnolino, grazie a tutti quanti, è un bell’esempio quello che portate 🙂

  2. Come a New York si dovrebbe istituire l’elenco dei maltrattatori di animali, per impedire a chi si è già macchiato di certi reati di adottare o acquistare animali.

  3. Bene! Sono molto contenta per il cagnolino salvato, per fortuna a volte si riesce ad agire in tempo!
    Dai piccolo!!! Speriamo che presto tu abbia una vita felice!
    Spero anche che questo schifoso non possa MAI PIU’ avere animali!
    Non capisco però perchè, dato che il maltrattamento degli animali è punito dalla legge, quel maledetto che ha ucciso il cucciolo a Calasetta non verrà perseguito per tale reato…
    Certe cose per me restano un mistero… e lasciano tanta rabbia ed amarezza.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com