Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] USA: tiratore scelto spara alle corna dei cervi, incastrate nella lotta

[VIDEO] USA: tiratore scelto spara alle corna dei cervi, incastrate nella lotta

Sta facendo discutere un video pubblicato negli scorsi giorni e proveniente dagli Stati Uniti che mostra un tiratore scelto separare, a colpi di fucile sulle corna, due cervi rimasti incastrati nella lotta.

Gli animali erano stati individuati su un terreno dell’Illinois da alcuni residenti, che avevano convocato sul posto le forze dell’ordine dopo essersi resi conto che i due cervi non sembravano in grado di liberarsi da soli.

Ad intervenire per sbloccare la situazione sono stati tre agenti e la scena è stata filmata dal Dipartimento delle Risorse Naturali. Secondo gli agenti, gli animali erano esausti e totalmente incapaci di districare le corna.

È stato a quel punto che le forze dell’ordine intervenute hanno ritenuto opportuno sparare alle corna degli animali per liberarli.

A prendersi la responsabilità di fare fuoco senza uccidere i due esemplari è stato un tiratore scelto, che però ha avuto bisogno di quattro pallottole per separare i cervi.

Immediatamente dopo, uno dei due cervi è fuggito in una direzione mentre l’altro si è allontanato zoppicando vistosamente.

Non è chiaro se entrambi gli animali sono sopravvissuti, soprattutto perché in sottofondo, nel video, si odono gli agenti discutere in merito alla possibilità di abbattere quello che zoppica.

La modalità di “separazione” dei due maschi di cervo ha fatto storcere il naso a molti, tanto da spingere un portavoce del Dipartimento delle Risorse Naturali dell’Illinois ha rilasciare una dichiarazione ufficiale in merito a quanto avvenuto. Il portavoce ha commentato che, in casi particolari come quello ripreso nel video, sparare sulle corna è l’unico modo di separare animali che altrimenti rischierebbero di morire.

“I combattimenti tra cervi maschi sono comuni e occasionalmente terminano con l’incastro delle corna. In alcuni casi gli animali si liberano da soli, in altri no. In quelle circostanze possono morire prima che qualcuno trovi il modo di intervenire”.

Gli oppositori rispondono che, come minimo, sarebbe stato prima di tutto necessario sedare gli animali invece di traumatizzarli con quattro fucilate sparate a poca distanza dalla testa.

Di seguito, il video.

Foto: fonte video.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. L’idiozia umana è illimitata.
    Telenarcosi (o teleanestesia), con antidoto no, eh?
    Troppo spreco di neuroni per arrivarci…
    Sotto sedazione avrebbero anche pouto controllare se e quanto i due cervi fossero feriti ed eventualmente avrebbero potuto curarli per poi rimetterli in libertà, una volta ripristinatane l’autonomia completa…
    Ma no… l’essere umano è troppo IDIOTA per arrivare a formulare pensieri tanto complessi!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com