Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / [PETIZIONE] USA: cane condannato a morte per aver morso la donna che lo picchiava

[PETIZIONE] USA: cane condannato a morte per aver morso la donna che lo picchiava

Un cane padronale, specializzato nel supporto ai soldati sofferenti di stress post-traumatico, rischia l’eutanasia per aver morso una donna che lo stava picchiando con una sbarra di ferro.

Dutch, 4 anni, è un cane di razza American Allaunt di proprietà di Jeremy Aguilar, un ex soldato disabile che aveva partecipato attivamente ai soccorsi alla popolazione dopo il passaggio in Lousiana dell’Uragano Katrina.

La sentenza emessa dalle autorità di Montrose, in Colorado, ha stabilito la sua eutanasia per il giorno di San Valentino. Domani.

Il verdetto è rimasto inalterato anche quando Jeremy Auguilar e sua moglie Heather hanno garantito per Dutch un percorso riabilitativo: un’opzione capestro proposta dalla stessa giudice che ha stabilito la condanna a morte per il cane, e che era legata comunque ad un’ammissione di colpevolezza da parte dei proprietari. A seguito di detta ammissione, fatta per garantire una chance a Dutch, la giudice avrebbe comunque ribadito la volontà di “distruggere” l’animale dopo averlo sequestrato alla sua famiglia.

Non solo: Jeremy Aguilar rischia ora un anno di detenzione e una multa fino a 1000 dollari per aver “ammesso” di detenere “un cane pericoloso”.

Secondo quanto ricostruito, Dutch era stato lasciato dagli Aguilar con la precedente proprietaria durante un viaggio della coppia.

La precedente proprietaria ha ammesso in corte di aver picchiato ripetutamente il cane dopo aver cercato di separarlo dall’altro cane di casa, un pitbull. Ha anche ammesso di aver usato la violenza, e in particolar modo di averlo percosso con un sbarra di ferro.

Immediatamente dopo, Dutch ha reagito mordendola ad una gamba e ad un dito.

La Città di Montrose ha deciso di condannare a morte il cane di servizio a seguito di quelle che definisce “prove fisiche e testimonianze della persona aggredita e di altri testimoni”.

Un particolare che lascia sconcertati riguarda un’ulteriore testimonianza della donna aggredita, che, pur lamentando la gravità delle ferite, ha ammesso di non aver chiamato né la Polizia né un’ambulanza, preferendo telefonare al proprio fidanzato. La donna sostiene di non aver chiamato i soccorsi nel timore che Dutch potesse aggredire anche gli infermieri.

In ogni caso, le sue ferite non hanno richiesto neppure un punto di sutura.

Heather Aguilar ha testimoniato in corte che l’ex proprietaria di Dutch avrebbe ammesso personalmente di aver picchiato Dutch sul muso, così forte che le mani le facevano male, per poi percuoterlo ripetutamente con una sbarra di metallo e prenderlo a calci.

Dopo l’incidente, Dutch è stato sottoposto ad una severa analisi comportamentale che ne ha confermato il temperamento equilibrato e le qualità che l’hanno certificato come cane di servizio per i disabili. Allo stesso modo, il cane ha superato senza problemi altri due test comportamentali, l’American Kennel Club e il Canine Good Citizen.

L’esperta comportamentalista Sandie Wyman, che ha stilato il rapporto sul cane, lo ha definito “tutto meno che aggressivo. Ha superato i test con risultati brillanti e, immediatamente dopo la fine dell’esame, mi ha dato un bacio. La certificazione ricevuta lo rende un cane adatto a visitare persino i pazienti che risiedono nelle case di riposo”.

La seconda comportamentalista che ha analizzato Dutch, Carrie Williams, ha così definito il temperamento del cane: “nella mia esperienza, mi sono trovata di fronte ad un grande numero di cani aggressivi. Dutch non appartiene alla categoria. Anzi, è molto dolce. Faccio questo lavoro da ventisei anni e difficilmente ho conosciuto un cane con un temperamento tanto equilibrato. Per questo ritengo che la sua vita debba essere salvata”.

La Williams non ha stilato il suo rapporto dopo aver analizzato Dutch per qualche minuto, ma per tre giorni: “Credo fermamente che questo cane non morderebbe mai nessuno a meno che non fosse chiaramente provocato e si sentisse nella condizione di dover difendere la propria vita”.

I test svolti dalla Williams sono stati esplicitamente studiati per provocare una reazione aggressiva nel cane. Dutch non ha risposto in maniera violenta né minacciosa a nessuno degli stimoli.

Immediatamente dopo essere stato brutalmente picchiato dall’ex proprietaria, Dutch era stato peraltro ricoverato in clinica. I veterinari che lo hanno avuto in cura testimoniano che “nonostante la sofferenza fisica, il cane si è comportato in maniera molto mansueta e si è lasciato manipolare serenamente. Non è stato immobilizzato in alcun modo, neppure quando abbiamo dovuto sottoporlo a palpazione nelle aree in cui risultava tumefatto e sofferente, ossia il muso, l’addome e i testicoli”.

Se anche voi, come noi, pensate che Dutch non meriti assolutamente di essere soppresso, firmate la petizione per salvarlo a questo indirizzo.

Nella foto: Dutch (fonte Care2).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. non doveva morire quella creatura !!!!!!!!! la condanna la doveva prendere lei che lo picchiava !!!!!!!! maledetta………………………..gli animali non si toccano………….

  2. Che tristezza.
    Ecco perchè il mondo va male, la maggiorparte dei giudici sono individui asserviti al male assoluto, altrimenti farebbero valere indissolubilmente il principio di Giustizia.

    Questa gentaglia oltre a farmi schifo riesce a farmi paura.

    Speriamo che cambi qualcosa con queste firme e con questa gogna mediatica.

  3. Ho firmato la petizione pure con un mio commento: Dutch must liveeeeeee!!!!! Speriamo che serva a qualcosa, il tempo è veramente pochissimo……

  4. ciao elisabetta, il link alla petizione è presente anche nell’articolo… in fondo, in grassetto e sottolineato.

  5. Cari amici di All4animals,

    mi permetto di copiare il link della petizione da firmare/sottoscrivere.
    Spero che aderiscano in moltissimi!
    ‘Sta str… mmmmmm… Meglio che sto zitta 🙁

    LINK PETIZIONE:
    http://www.thepetitionsite.com/590/736/158/save-dutch-the-service-dog/

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com