Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / [PETIZIONE] Danimarca: poliziotto rischia il posto per aver salvato un cane dall’eutanasia

[PETIZIONE] Danimarca: poliziotto rischia il posto per aver salvato un cane dall’eutanasia

Lars Bo Lomholt è un vero eroe. Un uomo che conosce il significato di parole oscure ai più, come “generosità”, “empatia”, “abnegazione” e “compassione”.

Lars è il poliziotto che interviene personalmente quando scopre che Thor, un pastore tedesco unico compagno di una vedova, sta per essere eutanasizzato.

Senza pensare alle conseguenze, l’agente in divisa si reca al rifugio che detiene il cane, procede al sequestro dell’animale e lo nasconde in una località segreta dove nessuno potrà fargli più del male.

Invece di essere premiato per aver fatto molto di più di quanto il dovere gli imponesse, questo veterano delle forze dell’ordine rischia ora il licenziamento in tronco.

A lanciare per primo la vicenda è stato, negli scorsi giorni, il Copenhagen Post, con un articolo controverso in cui riportava che “un uomo vestito da poliziotto aveva rubato Thor dalla sua gabbia”.

Un’affermazione non corretta, se non altro perché Lomholt è un poliziotto vero, intervenuto per salvare un cane che non meritava di essere soppresso.

Spiega il quotidiano Examiner: “La tragica storia di Thor, pastore tedesco di sette anni, inizia nel settembre del 2012 quando la sua compagna umana Jette è fuori con lui per una passeggiata. Il marito di Jette era morto da poco e il cane significava moltissimo per lui. Inevitabilmente, significa ora moltissimo per la vedova. Mentre i due camminavano tranquilli per la strada, un cane di piccola taglia è uscito di casa spaventando Thor”.

Ne è seguita una normale baruffa tra cani che, a causa della differenza di taglia, si è conclusa con un piccolo morso di Thor ai danni dell’opponente. I proprietari si sono a quel punto scambiati le informazioni di rito e, successivamente, Jette ha proceduto anche a pagare una multa.

Credeva a quel punto che la questione fosse cosa del passato.

Invece no: qualche mese dopo, tre poliziotti si sono presentati a casa sua e hanno dichiarato che Thor era un cane pericoloso, perché il suo opponente era infine stato vittima di un’infezione causata dal morso.

Gli agenti hanno quindi proceduto a sequestrare il cane alla sua proprietaria e ne hanno stabilita l’eutanasia. Il tutto, nonostante l’esame del veterinario comportamentalista avesse stabilito che Thor è un cane perfettamente equilibrato che aveva semplicemente reagito in maniera del tutto naturale ad uno spavento improvviso.

Thor era stato messo in lista per l’eutanasia una settimana fa circa.

È stato a quel punto che l’agente Lars Bo Lomholt è intervenuto per rovesciare personalmente quella che riteneva essere una decisione ingiusta nei confronti di un cane innocente.

Ora Thor è nascosto in un posto sicuro che Lars si rifiuta di rendere noto, e lui rischia il licenziamento dopo essere stato sottoposto ad un’azione disciplinare per avere infranto gli ordini dei suoi superiori e aver fatto invece quello che riteneva moralmente più giusto.

“Ho fatto il bene del cane”, dice il poliziotto. “Quanto sta accadendo è del tutto irragionevole, non si può pensare ad un’esecuzione. Thor non è un cane da combattimento, si è solo trattato di una baruffa”.

Secondo quanto riportato dalle associazioni animaliste danesi, sarebbero migliaia i cani uccisi in base alla legge che ne presume la pericolosità. E si ricorda un caso analogo, avvenuto sempre in Danimarca una decina di mesi fa: il cane Django venne condannato a morte per aver aggredito un suo simile durante l’addestramento. I proprietari, infine, vinsero la causa, ma troppo tardi: Django era già stato soppresso.

Ora, per l’eroico Lars si sono mobilitati attivisti per i diritti animali e semplici amanti dei cani (o della giustizia) da tutto il mondo: c’è in corso una petizione per salvarlo dal licenziamento che potete firmare qui

Nella foto: Lars Bo Lomholt (fonte Ekstrabladet.dk).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

11 Commenti

  1. Libertà e lunga vita a Thor … e un enorme GRAZIE a Lars Bo!

  2. VERGOGNA!
    Questi sono pazzi, firma messa 🙂

  3. ciao simone, se hai letto l’articolo avrai notato che all’ultima riga (peraltro sottolineata) c’è una frase che dice: “c’è in corso una petizione per salvarlo dal licenziamento che potete firmare qui.” Clicchi su QUI, vai al link e firmi…

  4. a capire dove si firma….

  5. Lo sapete già… non fate i modesti 🙂
    Vi seguo sempre; tra l’altro le vostre pubblicazioni sono descritte in italiano grammaticalmente perfetto… e non è cosa dappoco, di questi tempi di dilagante ignoranza, non solo “mentale”, ma anche stru…mentale 😉

    Un particolare ringraziamento anche all’utente JOHNNYF 🙂 Sei prezioso!!! 🙂

  6. addirittura! troppo buona, grazie 🙂

  7. Ho firmato anch’io! Speriamo che le nostre firme siano di supporto all’agente che ha fatto la cosa più giusta che si potesse fare!

  8. Sicuramente 🙂

    E’ confortante leggere che, a volte, gli esseri umani sono belle creature… quasi quanto gli animali 😉
    Un abbraccio a voi di All4Animals. Siete meravigliosi!!!

  9. probabilmente un momentaneo errore del server, succede. Quando abbiamo firmato noi, stamattina, erano oltre 124000. 🙂

  10. Non potevo crederci! Sono tornata alla Petizione.
    Prima c’era scritto/notificato questo —–> signatures: 0
    Adesso, invece, vedo questo —–> signatures: 124,715

    Meglio così 🙂

  11. Sono stata la prima persona ad apporre la propria firma. Ed un po’ me ne vergogno.
    C’erano ZERO firme.

    A questo poliziotto anche qui scrivo:

    Quest’uomo ha il mio affetto ed il mio incondizionato appoggio. Di questi tempi è raro trovare persone come lui, che abbiano il coraggio della Sensibilità, della Decenza, del Rispetto per l’altro. Anche se l’altro è “soltanto” un cane.

    Elisabetta

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com