Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Adottato l’elefantino pigmeo che cercava di svegliare la mamma morta

Adottato l’elefantino pigmeo che cercava di svegliare la mamma morta

È stato adottato il piccolo Joe, elefantino pigmeo diventato famoso negli ultimi giorni grazie ad una foto che lo mostrava mentre toccava delicatamente, con la proboscide, la mamma morta.

La madre di Joe è uno dei quattordici elefanti pigmei trovati uccisi in Malesia per probabile avvelenamento: ne avevamo parlato qui.

Nelle scorse ore la webzine Eticamente ha riportato che uno dei dipendenti della riserva naturale che ha preso in carico in cucciolo sarebbe, di fatto, diventato la sua nuova “mamma umana”: una necessità, questa di trovare una figura parentale, che era diventata vitale perché l’elefantino non si lasciasse morire.

Non solo la vita di Joe era a rischio a causa della sua giovanissima età (tre mesi circa), ma anche perché lo shock causato da quanto avvenuto alla madre avrebbe potuto ucciderlo.

Al momento attuale, l’elefantino è alimentato con una speciale formula in grado di soddisfare tutte le sue esigenze nutrizionali. Al 29enne Augustin David, invece, spetta il compito di garantire benessere emotivo all’animale con il ruolo di “genitore surrogato”.

Si tratta di un compito non semplice, soprattutto in una fase così delicata della vita del cucciolo: tra l’altro, Joe ha bisogno di essere alimentato ogni due ore.

È comunque presto per definire Joe “fuori pericolo”: i cuccioli di elefanti sono infatti estremamente delicati e possono essere soggetti a morti improvvise a causa di imprevedibili coliti. È stato, purtroppo, il caso di Moses, baby elefante orfano e adottato da una madre surrogata (umana) morto lo scorso novembre, dopo aver fatto sognare il mondo per i suoi soli otto mesi di vita.

Nella foto: il piccolo Joe (fonte Eticamente).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Bravissimo questo giovane che lo ha preso sotto la sua ala, mi fa molto piacere.

    “Hey Joe dove vai con quella proboscidina bellissima?”

    Speriamo bene 🙂

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com