Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Appelli / Dagli USA all’Italia: Totore, scacciato a pedate perché “ricchione”

Dagli USA all’Italia: Totore, scacciato a pedate perché “ricchione”

La storia di Totore somiglia in maniera impressionante a quella di Elton, il cane che negli USA è stato salvato ad un soffio dall’eutanasia dopo che il suo padrone lo aveva abbandonato accusandolo di essere gay.

Stavolta però non siamo in America, ma a Sant’Antimo.

Qui, Totore è stato abbandonato una prima volta che aveva soltanto cinque mesi di vita. Poi, per qualche tempo, è stato accudito da alcune persone che, nello scantinato della loro salumeria, gli avevano “persino” costruito una cuccia.

Incredibilmente, qualche tempo dopo sono state queste stesse persone a scacciare Totore con botte e pedate.

La motivazione è identica a quella che aveva condotto il cane Elton al rifugio dall’eutanasia facile: il cucciolo era stato visto montare un altro cane maschio. Un atteggiamento che solo l’ignoranza di certe persone può considerare indice di omosessualità, perché dato esclusivamente da motivi di dominanza.

In ogni caso, questo gesto da “ricchione” (sic) è stato sufficiente perché il piccolo cane nero ricevesse botte e pedate, e venisse allontanato da quella che, ormai, considerava la sua casa.

Totore ci ha provato, a tornare dalla sua famiglia. Perché i cani sono fatti così: pur non dimenticando, tendono a perdonare. Quello che però ha ricevuto, sono stati altri calci e altre botte.

Così il cucciolo è rimasto fuori dal cancello, seduto in un’aiuola ad aspettare un proprietario che non sarebbe mai tornato a prenderlo. Qualche abitante della zona con un po’ di pietà gli ha fornito almeno una copertura in plastica per ripararlo dalla pioggia, una coperta per scaldarlo dal freddo e del cibo per non lasciarlo morire di fame.

Infine, siccome la situazione era decisamente precaria e si temeva per la vita del cane, Totore è stato portato via, in un posto sicuro.

Trasferito da Sant’Antimo a Treviso, da qualche settimana è accudito amorevolmente dai volontari del rifugio Fidoamico.

Nonostante le violenze subite, Totore è rimasto un cane molto dolce, che non riesce in alcun modo a comprendere cosa possa avere fatto per meritarsi tanta cattiveria.

È bello, questo cucciolo di nove mesi. Nero come il carbone e di taglia media (13 chili) ha orecchie grandi e occhi nocciola profondissimi che aspettano ancora di affacciarsi sul mondo. Non fa che scodinzolare e chiedere coccole, pieno di fiducia e speranza.

Cerca una casa vera, e una famiglia che non lo abbandoni più.

Chi fosse interessato, può contattare i volontari che lo hanno in carico al numero 335 7411410.

Nelle foto: Totore abbandonato a Sant’Antimo (fonte Facebook) e tra le braccia dei volontari dopo il soccorso (fonte Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. cazzo.. ma non ci va più nessuno a scuola? non si possono neanche sentire simili cavolate. povera italia che gente di merda …

  2. Ma si può essere più idioti di così????? Grandissime teste di c…..ooo!!!! Magari crepasse sta gentaccia, Johnny, purtroppo, invece, continua ad essere sempre più numerosa, a quanto pare, visto le notizie tremende che quotidianamente leggiamo……Speriamo in bene per il piccolo…..

  3. IO NON RIESCO A CREDERE A QUELLO CHE E’ SCRITTO NELL’ARTICOLO.
    Ma non perchè non lo ritenga vero, perchè rimango pietrificato da ..non so come chiamare questo schifo.
    Ipocrisia e ignoranza assolute, ma perchè non muore sta gente?
    Questi mi hanno proprio rotto i coglioni, e scusate le maleparole!

  4. francescamanimali

    ..la Campania non smette mai di sorprendermi. (negativamente).

  5. L’ignoranza e la cattiveria della gente mi fa ogni giorno di più vergognare di essere umana…
    Bastardi… se aveste un figlio/a omosessuale o comunque diverso per qualsiasi motivo lo prendereste a calci e pugni??? Ma questa gente non sa che è proprio la sua esistenza ad essere totalmente inutile e dannosa? Anche se si credono “normali” sono feccia e meritano di ricevere tanto male dalla vita quanto e più ne hanno fatto a questa splendida creatura.
    Dai Totore! Spero e mi auguro che presto tu possa trovare tutto l’amore che meriti.
    Piccolo appunto personale: il mio cagnolino Oscar sono andata a prenderlo proprio a Treviso al rifugio Fidoamico, le volontarie sono bravissime quindi per fortuna almeno adesso Totore è circondato da persone amorevoli e non sarà più trattato male… tante carezze …

  6. La vergogna dell’essere umano è di non provare alcuna vergogna.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com