Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Palermo: istrice domestica fatta a pezzi, i resti davanti al cancello dell’amico umano

Palermo: istrice domestica fatta a pezzi, i resti davanti al cancello dell’amico umano

È un bracconiere, il responsabile dell’uccisione, della macellazione e dell’orrendo sfregio nei confronti di un’istrice fiduciosa nell’uomo e amica di un essere umano in particolare, Salvatore.

La brutta storia arriva da Caccamo, in provincia di Palermo, dove Salvatore vive nei pressi della Riserva Naturale di Monte Cane e dove, da qualche tempo, riceveva tutti i giorni la visita di un’istrice che, seppur timida, era in qualche modo diventata sua amica.

L’istrice compariva presso l’abitazione di Salvatore e, con la calma e la tranquillità che contraddistinguono questa specie, annusava il terreno alla ricerca di radici e tuberi. E Salvatore la guardava con la meraviglia che si dedica a creature molto timide e difficili da avvistare, e ancor più da avvicinare.

Ma in questo specifico caso, l’istrice fiduciosa non era stata notata soltanto da Salvatore. Diversamente, il ragazzo non l’avrebbe trovata uccisa e fatta a pezzi, i resti sparsi con un gesto di sfregio, il laccio da bracconiere abbandonato poco distante.

Qualcuno si è avvicinato all’animale, lo ha catturato, poi ucciso, poi smembrato e scuoiato, lasciando gli aculei nei pressi del cancello del suo “amico umano”.

La foto della mano di Salvatore che tocca delicatamente quel che rimane dell’istrice, un piedino, fa stringere il cuore.

“Non sapevo che fare”, ha dichiarato a Geapress. “L’unica cosa che sono riuscito a pensare è stato di accarezzarle quello che rimaneva della zampa”.

Esistono ben poche speranze di individuare il responsabile di uno scempio così vergognoso. Salvatore auspica che rendere noto quanto accaduto possa sensibilizzare il pubblico rispetto alla crudeltà di certe pratiche. “Su quanto”, secondo il ragazzo, “quella che gli altri chiamano selvaggina viene sterminata senza pietà e nel silenzio più totale”.

Nella foto: la mano di Salvatore stringe la zampa dell’istrice uccisa (fonte Geapress).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. A morte i cacciatori e se possibile a morte due volte i bracconieri.
    Un saluto commosso alla piccola istrice…

  2. Questo è un abominio.
    Colui che ha compiuto questo lo è.

    Arrivare a prendersela con un Istrice, vuol dire essere malvagi nel profondo e freddi calcolatori.
    Vuol dire che ci sono criminali liberi, assassini.

    Ogni giorno spero che questa gentaglia muoia, dal primo all’ultimo sterminati senza pietà alcuna.

  3. Che si può dire? di fronte a certi orrori, ad una crudeltà e ad una malvagità fini a sè stesse, verrebbe da augurasi che la razza umana si estingua…

  4. Non ho parole, soltanto lacrime, rabbia e una domanda… perchè???? Come si fa a far del male ad un esserino simile… E’ incredibilmente doloroso quanto è successo, senza alcun senso…
    Povera piccola istrice… spero che tu, in qualche modo, possa avere giustizia… lo spero davvero tanto… E spero proprio che chi ti ha uccisa in un modo così terribile sia punito dalla vita ogni singolo giorno della sua inutile e schifosa esistenza.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com