Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Milano: cane preso a calci perché non sale le scale mobili. Sequestrato

Milano: cane preso a calci perché non sale le scale mobili. Sequestrato

È stato sequestrato il cane preso violentemente a calci dal suo proprietario perché non voleva salire sulle scale mobili della metropolitana, a Milano.

La vicenda è avvenuta lo scorso lunedì in Piazza Udine, sotto gli occhi di numerosi passanti che sono immediatamente intervenuti per sottrarre l’animale dalle grinfie del suo aguzzino.

Il proprietario è un 57enne di nazionalità romena e il cane poco più di un cucciolo.

A intervenire per prima è stata una veterinaria di passaggio, che ha immediatamente cercato di fermare l’abuso e ha telefonato alla Polizia. L’uomo, a quel punto, ha reagito malamente nei confronti della donna costringendo altri due passanti a prenderne le parti per difenderla. Infine, il 57enne avrebbe afferrato per le zampe il cagnolino cercando di nasconderlo dentro la giacca.

La veterinaria non ha comunque lasciato perdere e, anzi, ha seguito l’uomo fino all’arrivo della pattuglia della Polizia.

Vedendosi circondato dagli agenti il romeno ha inspiegabilmente gettato a terra il povero cane, ricavandone l’immediato sequestro e l’immancabile denuncia (a piede libero) per maltrattamento di animali.

Il cucciolo è stato visitato dai medici dell’ASL e infine ricoverato al Parco Canile Comunale, dove verrà dato in adozione a qualcuno che non lo tratterà come un pupazzo da gettare a destra e a manca.

Foto: repertorio (fonte Automat-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Incredibile si è riusciti a sequestrare il cagnolino! (Non sto scherzando).
    Il punto però è che per l’individuo criminale che ha fatto questo gira tranquillo per il mondo alla ricerca di nuovi cagnolini da prendere a calci e peggio altro ancora.
    Andiamo avanti a denunce che risolviamo, sicuro guarda!
    Che paese di mmerda!

  2. Marilena Albiero

    Questo cazzo di romeno meriterebbe sì la stessa pena del povero cagnolino. Continuo a pensare che ci siano popoli che hanno più degli altri una vena di crudeltà verso i più deboli: cinesi, romeni, ucraini e tanti tanti altri. So benissimo che in ogni parte del mondo gli animali sono abusati, maltrattati, abbandonati ma dalle notizia dei siti animalisti sembra che certi popoli lo facciano più della media.

  3. Intanto complimenti vivissimi alla veterinaria accorsa per aiutare il cucciolo …. tanti altri si sarebbero girati dall’altra parte e non avrebbero mosso un dito – Per quanto riguarda il cosidetto umano che ha preso a calci il cane io gli metterei i suoi coglioni fra uno scalino e l’altro e lo prenderei a calci jnel culo fino a quando riesce a liberarsi … scusate ma veramente l’essere umano giorno dopo giorno fa sfoggio della sua atrocità – Ed allora, chi come me non ne può più di sentire continuamente abusi sugli animali …. viene spontaneo invece abusare di questi “individui”

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com