Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [FOTO] Il cane fedele accanto al suo umano intrappolato nel ghiaccio

[FOTO] Il cane fedele accanto al suo umano intrappolato nel ghiaccio

Se non esistessero prove sufficienti che i cani sono animali realmente leali e fedeli, la foto in apertura di articolo convincerebbe forse anche gli indecisi.

La vicenda arriva dagli Stati Uniti, dove un cane ha atteso per oltre mezz’ora accanto al suo padrone intrappolato nel ghiaccio, fino a che l’uomo non è stato portato in salvo dai Vigili del Fuoco.

Il cacciatore sessantenne, non identificato, e il suo cane si trovavano assieme sulla riva del Colorado River quando lo strato sottile di ghiaccio si è infranto sotto i piedi dell’uomo, facendolo cadere in una pozza d’acqua gelida. Al momento della caduta, il sessantenne stava andando a recuperare un’anatra appena uccisa.

A notare la scena sono stati alcuni passanti che hanno immediatamente chiamato il 911. Mentre un capannello di persone si accostava alla riva del fiume, il cane rifiutava invece di lasciare la scena e preferiva rimanere sul ghiaccio sottile, accanto al suo proprietario. A tratti l’animale ha anche cercato di tirarlo fuori dalla pozza d’acqua gelata, ma senza risultato.

L’esperta di comportamento animale dottoressa Karen Overall, dichiara: “I cani, semplicemente, sono fatti così. Abbiamo una relazione con loro che è di tipo cognitivo, emotivo e relazionale e che si è costruita nel corso di decine di migliaia di anni. I cani sono quasi sempre eroici con l’uomo perché questo è il modo in cui vivono la relazione con l’essere umano”.

Le fa eco la collega Elise Christensen Bell: “I cani sono geneticamente portati al legame. Migliaia di anni di addomesticamento sommati ad una relazione basata sull’affetto e il rispetto creano un legame che non può certo essere interrotto da uno strato sottile di ghiaccio, né dal rischio di annegamento”.

Quando i Vigili del Fuoco sono arrivati sul posto, un pompiere è riuscito a raggiungere il sessantenne che, immediatamente dopo essere stato portato a riva, è stato trattato per ipotermia.

Foto: il cane accanto al suo padrone intrappolato (fonte Yahoo).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Mariuccia Fornasari

    Tutti gli onori all’amore disinteressato del cane, per l’umano che poteva rischiare la vita, mi auguro almeno abbia concluso con la caccia,come minimo e viva tranquillo con il suo cane, facendo bellissime passeggiate nei boschi ma non per uccidere altre creature, ma per ammirarne la bellezza

  2. Marilena Albiero

    I cacciatori sono uguali in tutto il mondo: a loro importa solo uccidere, ma anche i cani sono uguali in tutto il mondo: fedeli e sempre pronti a restare accanto all’umano loro padrone (fra l’altro una brutta parola) peccato che noi non impariamo ami.

  3. La caccia uccide.
    Si potrebbe con grande piacere andare in questi posti meravigliosi armati di binocolo, bussola, coltellino, bastone e zaino con gli amici a 4 zampe per fare delle stupende passeggiate nella natura sperando di poter avvistare qualche animaletto e le altre meraviglie della natura…
    Invece non puoi più neanche andare a funghi se non ti vesti di fucsia e giallo fosforescente come una popstar anni 80′ che ti sparano prima di uscire di casa tua un altro po’….!

    Questo cagnolino è fantastico 🙂

  4. Lode al fedelissimo cane <3
    meno al cacciatore che per recuperare una povera anatra uccisa si è messo in pericolo (e per me poteva rimanerci) e ha messo in pericolo anche il cane!!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com