Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Pescara: i boxer ridotti a pelle e ossa. Sequestrati su esposto della LNDC

Pescara: i boxer ridotti a pelle e ossa. Sequestrati su esposto della LNDC

Pescara – Su esposto della Lega Nazionale per la Difesa del Cane sequestrati due cani per maltrattamento di animali e affidati all’associazione.

Nella mattina di Mercoledì 9 gennaio scorso, gli agenti della Polizia Municipale di Spoltore (PE), su disposizione del Gip del Tribunale di Pescara dott. Luca De Ninis, hanno posto sotto sequestro per maltrattamento di animali due femmine di Boxer.

Anche questi cani, come molti animali sequestrati in altre operazioni di polizia seguite a denunce sporte dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane, sono stati dati in affido giudiziario all’associazione che, annuncia la propria costituzione come persona offesa nell’instaurando procedimento penale.

Le due cagnoline – detenuti da L.M.M., residente a Spoltore – trovate in uno stato di estrema magrezza, al limite della cachessia ed infestati da parassiti, sono stati sottoposti ad un attento esame veterinario da parte del Servizio veterinario provinciale di Pescara, che ne ha attestato oltre che le condizioni di “abbandono” degli animali, reclusi per periodo estremamente prolungato, anche la detenzione in uno spazio delimitato carente delle norme igienico-sanitarie previste per legge.

La decisione della Procura della Repubblica di Pescara di procedere al sequestro dei cani, è avvenuta dopo un costante monitoraggio del caso, avvenuto congiuntamente tra Polizia Municipale e responsabili della Lega del Cane delegati per il controllo sul territorio di Spoltore (PE), i quali, hanno sollecitato ulteriori indagini sulle condizioni dei cani.

“Assistiamo ad un aumento esponenziale di casi di maltrattamento derivanti dall’atto incosciente di prendersi un animale senza considerare il grande impegno che simile scelta comporta. – afferma Enio Cerasa responsabile LNDC delegazione di Spoltore – Un essere senziente necessita quotidianamente di cure, attenzioni, tempo e affetto. Troppi si lasciano trasportare da un momentaneo entusiasmo nell’acquistare o nell’adottare un animale senza chiedersi se hanno la capacità di affrontare seriamente la responsabilità che ciò comporta. Per questo associazioni e Forze dell’Ordine sempre più sono chiamate ad intervenire in situazioni di incuria, se non di vero e proprio maltrattamento, originate da un agire superficiale e sconsiderato.”

“La Lega del Cane ha lavorato strenuamente, supportando le forze dell’ordine affinché le indagini si concludessero nel minor tempo possibile e con un risolutivo sequestro preventivo degli animali che ha permesso, contestualmente all’affido degli stessi all’associazione, di garantire la sostanziale tutela dei cani. – sostiene Pierluigi Guidi responsabile LNDC Pescara settore maltrattamenti – Seguiremo costantemente il caso affinché gli animali non siano restituiti al proprietario. Ringraziamo vivamente la Procura di Pescara, il GIP dott. De Ninis, il Servizio veterinario provinciale di Pescara e Polizia Municipale di Spoltore per la solerzia e la professionalità con cui sono state condotte le operazioni.”

Lega Nazionale per la Difesa del Cane ricorda che, dal dicembre 2010, in Italia maltrattamenti e uccisioni di animali sono puniti più severamente: la legge n. 201 del 4 novembre 2010 “Ratifica ed esecuzione della Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia, fatta a Strasburgo il 13 novembre 1987, nonché norme di adeguamento dell’ordinamento interno”, ha aumentato infatti le sanzioni previste dal Codice Penale per i reati di uccisione e maltrattamento di tutti gli animali: un inasprimento che ci auguriamo possa contribuire ad arginare la piaga della violenza di cui sono vittime gli animali, garantendo una migliore convivenza. Grazie alla legge n.201/2010 l’uccisione di animali viene punita con la reclusione da quattro mesi a due anni ed il maltrattamento con la reclusione da tre a diciotto mesi e la multa da 5.000 a 30.000 euro.

Piera Rosati

dir. Ufficio Stampa e Comunicazione

comunicazione.sviluppolndc@gmail.com

Lega Nazionale per la Difesa del Cane

Via Catalani 73, 20131 Milano

cell. 335 7107106

Tel. e Fax 02 26116502

www.legadelcane.org

Comunicato stampa della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, 15/01/13

Nella foto: le due cagne sequestrate (fonte LNDC).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com