Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Incendio doloso all’oasi WWF di Vanzago: rotoballe date alle fiamme di proposito

Incendio doloso all’oasi WWF di Vanzago: rotoballe date alle fiamme di proposito

È doloso l’incendio che si è scatenato all’oasi WWF di Vanzago nella notte tra domenica e lunedì. Alle 260 rotoballe che hanno alimentato le fiamme è stato infatti dato fuoco di proposito.

E così si è incendiato il deposito limitrofo alla cascina, e settecento quintali di paglia sono finiti polverizzati.

I Vigili del Fuoco di Rho, subito intervenuti, ci hanno messo dieci ore a riprendere completamente il controllo della situazione.

Il direttore dell’Oasi WWF, Andrea Longo, commenta: “Ci sentiamo letteralmente accerchiati. A quanti dà fastidio un’area protetta alle porte di Milano? Sia ben chiaro che continueremo a lavorare per garantire la conservazione e la fruizione dell’area protetta”.

Davvero non c’è pace per l’Oasi di Vanzago che, poco prima di Natale, si è vista portare via Maffy, il muflone mascotte della struttura, da parte di qualcuno che probabilmente l’ha messa in pentola – se non uccisa per divertimento. Della vicenda avevamo parlato in questa news: della povera Maffy non sono stati mai trovati i resti, solo sangue e pelo sulla neve fresca. Poco tempo dopo, sconosciuti avevano rubato le grondaie di rame della struttura.

E ora l’incendio doloso.

Sembrano – anzi sono – atti intimidatori. Ma da parte di chi?

Secondo la presidente del WWF Lombardia Paola Brambilla, la risposta sarebbe nelle “mire speculative sulla zona” e parla di “un chiaro avvertimento di sapore mafioso contro il WWF, che come ente gestore dell’Oasi, che è sito di interesse comunitario e zona di protezione speciale tutelato da direttive comunitarie, ha formulato pareri negativi e rigorosi contro molti pgt dei Comuni Vicini, che hanno previsto ambiti di trasformazione a ridotto dell’oasi”.

Foto: le conseguenze dell’incendio (fonte Andrea Riscassi).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com