Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Storia di Tigre, pitbull abusato che ha impietosito il veterinario che doveva sopprimerlo

Storia di Tigre, pitbull abusato che ha impietosito il veterinario che doveva sopprimerlo

Tigre avrebbe potuto essere uno dei tanti cani senza nome eutanasizzati nei canili d’America. Perché considerati pericolosi, perché malati, perché non adottati.

Eppure la storia di Tigre è un piccolo grande miracolo.

Tigre, un pitbull vittima di abusi e incuria, e ormai ridotto a pelle e ossa dal suo ex proprietario, era stato adocchiato dall’associazione animalista Furry Friends mentre si trovava ricoverato al Miami-Dade Animal Center.

Una dei volontari dell’associazione, Marley Furey, lo ha pertanto riscattato dal canile la scorsa settimana e rendendosi conto della precarietà delle sue condizioni di salute, lo ha subito trasportato da un veterinario di fiducia per sottoporlo alle prime cure.

Il giovane molosso non era infatti soltanto molto denutrito, ma mostrava anche una grossa massa sul collo.

Sono stati sufficienti pochi esami di accertamento perché, sabato scorso, il veterinario emettesse la triste diagnosi: Tigre era in condizioni troppo gravi per essere salvato. Si trovava in stato di ipotermia, era fortemente anemico e la massa sul collo era, con tutta probabilità, cancerosa.

Il medico aveva pertanto consigliato alla volontaria di optare per una “pietosa eutanasia” che sollevasse il cane dalle sofferenze che sarebbe stato costretto ad affrontare.

Marlene non si capacitava che quel cane che aveva appena salvato dall’eutanasia in canile fosse destinato a morire comunque.

Ma a volte i piccoli miracoli accadono ed è la stessa volontaria a raccontare per quale ragione, ad oggi, Tigre è ancora vivo.

Il veterinario che lo aveva in cura, il dottor Melgey, aveva preparato l’iniezione letale per il pitbull poco dopo aver parlato al telefono con la volontaria.

“Ma poi non è riuscito a fargliela. Perché quando ha aperto la sua gabbia per prenderlo, Tigre gli è andato incontro, scodinzolando, e poi ha appoggiato il muso alla sua gamba e l’ha guardato con occhi pieni di tristezza. E così il dottor Melgey non è riuscito ad eutanasizzarlo”.

Inutile dire che l’attivista è felicissima dell’improvviso cambio di rotta della situazione.

Tigre si trova ora in cura al Crystal Lake Animal Hospital di Pompano, in Florida, dove il veterinario sta continuando ad occuparsi di lui.

Piano piano, il cane sta cominciando a mangiare e viene sottoposto ad una cura di antibiotici. Il dottor Melgey crede che esista la piccola possibilità che il gonfiore sul collo non sia una massa tumorale, ma tessuto cicatriziale prodottosi a seguito di un ascesso mai curato. In ogni caso, in questo senso non esistono ancora certezze e le condizioni di salute di Tigre sono ancora considerate molto gravi.

Al momento attuale il pitbull non è in grado di affrontare un’anestesia generale e l’obiettivo dello staff è di rafforzare il suo fisico prima di sottoporlo ad una biopsia che chiarisca, una volta per tutte, l’origine di quella massa sul collo.

Nel frattempo tutti, all’ospedale veterinario, si sono innamorati di lui. Il dottor Melgey non è l’unico ad essere rimasto rapito dai profondi occhi scuri di Tigre.

Per curarlo, l’associazione che lo ha incarico ha organizzato una raccolta fondi.

Auguriamo a Tigre tutta la fortuna del mondo. Una volta tanto.

AGGIORNAMENTI:

Tigre sta meglio! E secondo la clinica che lo ha avuto in cura, è già in stallo presso una nuova famiglia.

Ecco una foto più recente.

Nella foto: Tigre (fonte Examiner).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Speriamo bene, forza Tigre!
    Dai che si riprende 🙂

  2. Forza, forza, Tigre! Tutti i nostri pensieri positivi per te!!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com