Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Montebelluna: i gatti bruciati e fatti a pezzi chiusi dentro il sacco

Montebelluna: i gatti bruciati e fatti a pezzi chiusi dentro il sacco

C’è sgomento e orrore a Montebelluna, nel trevigiano, dove i corpi bruciati e fatti a pezzi di alcuni gatti sono stati trovati dentro un sacco di plastica.

La scoperta è stata fatta da una volontaria dell’associazione animalista Gino Meraviglia in via Bongiovanni. La donna si è subito accorta che, attraverso il sacchetto, si intravedeva del pelo e soprattutto del sangue.

È bastato aprire la busta per individuare, al suo interno, quel che rimaneva di alcuni gattini e forse anche di un coniglio. L’unico certamente riconoscibile era il corpo senza vita di un micino rosso.

Gli animali erano stati fatti a pezzi mentre in prossimità del sacchetto sono stati rivenuti i resti di un rogo che mostrava rimasugli di pelo.

La volontaria ha immediatamente chiesto e ottenuto l’intervenuto sul posto delle forze dell’ordine – nella fattispecie, dei Carabinieri e delle Guardie Forestali, accompagnate da alcuni dipendenti del Comune.

L’eurodeputato Andrea Zanoni, venuto a conoscenza del fatto, ha commentato: “Sono sconcertato dalla violenza dell’accaduto. Chiedo agli inquirenti che venga fatto tutto il possibile per fare luce su una vicenda dai contorni macabri ed inquietanti”.

“Persone che si macchiano di un tale abominio devono essere individuato il prima possibile perché socialmente pericolose, e devono anche messe nelle condizioni di non poter più nuocere. Mi auguro quindi che questi gesti efferati vengano puniti con il massimo della pena prevista dalla legge”.

Foto: repertorio (fonte Bryan Price-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. E’ vero, nessuno ne sa nulla e intanto continuano ad avvenire queste crudeltà su queste creature innocenti e buone.
    E le istituzioni, quelle preposte alla questione, sono (quasi) sempre assenti o tristemente indolenti ed insensibili a questi orrori.

  2. Che vergogna!!! Che orrore…. e ovviamente nessuno sa, nessuno ha visto. Che schifo.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com