Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Torino: forse uccisi da fame e freddo i cani trovati morti alla catena

Torino: forse uccisi da fame e freddo i cani trovati morti alla catena

C’è qualche aggiornamento sulla brutta vicenda dei cani ritrovati senza vita e legati alla catena a Trausella, nel torinese.

Della vicenda avevamo parlato ieri in questa news.

Secondo quanto riportato nelle scorse ore da Geapress, gli animali potrebbero essere rimasti uccisi a causa di fame e freddo.

Gli stessi medici veterinari dell’ASL TO4, che hanno preceduto il sopralluogo dei Carabinieri, sarebbero stati probabilmente allertati dai residenti della zona che da tempo non vedevano nessuno recarsi sul posto a nutrire i cani.

I corpi trovati semicongelati appartengono a due meticci maschi di taglia medio grande, di età adulta ma indefinita al momento del ritrovamento a causa della rigidità della bocca, che non permetteva di esaminare i denti.

Uno dei due corpi era all’interno di una cuccia gelida, l’altro legato sul portico di ingresso del cascinale. La temperatura era sottozero e i cani si presentavano in condizioni di grande magrezza.

Il 28enne torinese proprietario del terreno che è stato denunciato per maltrattamento di animali non risiederebbe nella cascina degli orrori, quanto piuttosto nel capoluogo. Inspiegabilmente, invece, i cani si trovavano a Trausella, da soli.

I Carabinieri non hanno trovato traccia di cibo né di acqua nelle ciotole vuote, particolare che confermerebbe l’incuria gravissima cui i cani sono stati sottoposti e che è stata concausa della loro morte, assieme al freddo estremo di questi giorni. Entrambi i cani si trovavano confinati all’aperto e legati alla catena e non sono pertanto riusciti a proteggersi dal gelo.

I loro corpi sono stati trasferiti al canile di Caluso per gli esami necroscopici di rito.

Foto: repertorio (fonte ProxyIndian-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com