Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Bari: leone esce dalla gabbia del circo Togni, è panico

Bari: leone esce dalla gabbia del circo Togni, è panico

Una signora si è sentita male dopo che il leone ha mosso qualche passo in direzione degli spettatori delle prime file.

È successo negli scorsi giorni a Bari, impegnato ad ospitare il circo (con animali) di Lidia Togni sul lungomare Nazario Sauro.

Il leone ha fatto soltanto quello che qualunque creatura prigioniera farebbe: è uscito dalla gabbia dopo che, all’interno della stessa, era entrato il domatore.

Il personale del circo è in pochi secondi riuscito a recuperare l’animale, e nonostante una donna sia stata trasportata in stato di shock all’ospedale, ha minimizzato quanto accaduto.

“Abbiamo cinque leoni bravissimi tra cui uno cresciuto a biberon dal domatore”, ha commentato Vinicio Togni. “Quando il domatore entra in pista, il cucciolo lo abbraccia, gli sta vicino. E quando ieri sera ha aperto la gabbia, il cucciolo si è affacciato, ha fatto due passi ed è rientrato nel recinto. Una bambina l’ha visto e ha cominciato a gridare, ma il cucciolo non è andato a passeggio nel circo né si è avvicinato a nessuno”.

I Togni ribadiscono che “la situazione è sempre stata sotto controllo” e che “non c’è stato neanche bisogno di fermare lo spettacolo. Poi si sa, se c’è un po’ di pubblico e uno grida, si scatena il panico”.

È vero. E si sa anche che quando si scatena il panico in una situazione come questa, a pagare sono spesso proprio gli animali, detenuti in una condizione innaturale e assolutamente non corretta da un punto di vista etologico.

La morte del giraffino Aleksandre è solo un esempio.

In ogni caso, i leoncini non dovrebbero andare in udienza dal Papa né abbracciare i domatori. Dovrebbero stare a casa loro, nella savana, liberi di vivere come Natura ha stabilito.

Foto: repertorio (fonte Saimens-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Se il leone non ci fosse stato, la signora non si sarebbe sentita male, eccetera…
    Ogni cosa ha il proprio posto nel mondo, meglio non scombinare gli equilibri dico io.

    La situazione con gli animali selvatici in stato di cattività e coercizione non è mai sotto controllo, basti pensare che non si possono controllare le persone…quindi è inutile arrampicarsi sugli specchi, né trovare stupide giustificazioni.

    Si possono fare spettacoli meravigliosi senza animali.

  2. francescamanimali

    UFFAAAAAAA !!! quando la smetteranno di ricevere finanziamenti pubblici? quando la smetteranno i sindaci di ospitare circhi con animali?? QUESTO è il nodo del problema!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com