Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Favole di Natale: il pastore tedesco salvato dal fiume in secca

[VIDEO] Favole di Natale: il pastore tedesco salvato dal fiume in secca

È una vera, incredibile favola di Natale quella riportata nel nuovo video di Eldad Hagar, “l’uomo che sussurra ai randagi” di cui abbiamo più volte parlato.

Il salvataggio portato a termine in questi ultimi giorni e pubblicato ieri sul canale YouTube dell’attivista riguarda Biggie, un grosso pastore tedesco abbandonato da giorni sulla banchine dell’L.A. River, un fiume (fortunatamente) in secca.

Il cane non riusciva a trovare una via d’uscita e, quando Eldad viene chiamato sul posto, le forze lo stanno ormai abbandonando: basta notare come, a tratti, trascini le zampe posteriori per comprendere lo stato di estrema sofferenza in cui versa Biggie, di certo provato dal caldo, dalla fame e dalla solitudine.

Eldad non può fare altro che calarsi a fatica sulla banchina e cercare di avvicinare il cane che, inizialmente, sembra intimorito dalla sua presenza.

Ma la fame è troppo forte per essere ignorata, e così Biggie mangia, delicatamente, i bocconi che Eldad gli offre.

Poi l’attivista si accorge di cosa spaventa davvero il pastore tedesco: si tratta del guinzaglio.

Mentre Biggie, lentamente, soccombe all’insperato aiuto ricevuto, accucciandosi a fianco di Eldad a ricevendo, con aria docile e rassegnata, le carezze e le attenzioni da troppo tempo dimenticato, il sussurratore di randagi gli copre gli occhi mentre gli avvolge il guinzaglio attorno al collo.

Poi Biggie ha un sussulto, di vita e di affetto. Si alza in piedi, scodinzola e spinge la testa nel petto dell’uomo, come a chiedergli di non abbandonarlo e di portarlo via da quell’inferno di solitudine.

E siccome Eldad non è il tipo da lasciare un animale in difficoltà, si procede con l’utilizzo di una gabbia: l’unica modalità attraverso cui issare un cane della stazza e del peso di Biggie oltre la rete che separa l’L.A. River dalla città.

È un’operazione difficile, faticosa e delicata ma viene portata a termine con l’aiuto di altri volontari che, in qualche modo, riescono finalmente a riporre il cane, ancora chiuso in gabbia, sul retro del furgone.

Dopo il solito bagno di rito e lo stallo a casa di Eldad, Biggie è finalmente pronto a cominciare la sua nuova vita, diversa da quella che è stato costretto a sperimentare fino ad ora.

Un video bellissimo che mostra un salvataggio speciale e che si spera sia l’augurio per un 2013 più orientato ai diritti animali.

Assolutamente da vedere e da condividere.

Buon Natale!

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com