Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Torino: salvato e operato baby camoscio con problemi neurologici

Torino: salvato e operato baby camoscio con problemi neurologici

Un cucciolo di camoscio di circa 7/8 mesi di età è stato portato in salvo a Oulx, nel torinese. A soccorrerlo, un’azione congiunta tra le Guardie Venatorie, gli Agenti Faunistico Ambientali del Servizio di Tutela della Fauna della Provincia di Torino e alcuni cacciatori del posto.

Il piccolo era stato notato disperso nei pressi di Baume e in evidente stato di difficoltà già lo scorso 3 dicembre.

Dopo il soccorso, il baby camoscio – ribattezzato Derek – è stato consegnato alla Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Torino. Lo staff veterinario ha diagnosticato problemi di tipo neurologico che hanno portato all’intervento chirurgico da parte di un veterinario molto noto nell’ambiente animalista.

A portare a termine l’operazione (a titolo totalmente gratuito) è stato infatti il dottor Offer Zeira dell’Ospedale Veterinario di Lodi, già famoso per aver salvato e restituito alla natura la nutria Nu, investita e abbandonata a lato della carreggiata all’incirca un anno fa.

Il dottor Zeira ha rimosso un grosso ascesso dalla scatola cranica del baby camoscio. Le condizioni del cucciolo starebbero migliorando in maniera evidente e, sebbene ora si trovi ancora ricoverato in Facoltà, per lui non è escluso il ritorno all’habitat naturale.

Foto: il baby camoscio ricoverato (fonte TorinoToday).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com