Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Genova: squadra di cacciatori sospesa per aver ucciso un capriolo

Genova: squadra di cacciatori sospesa per aver ucciso un capriolo

Un’intera squadra di cacciatori “cinghialai” è stata sospesa per aver abbattuto un capriolo violando il regolamento venatorio a Fontanabuona, nel genovese.

La notizia è stata riportata da Il Secolo XIX negli scorsi giorni.

Ai cacciatori è stata sospesa la licenza per un anno secondo quanto stabilito dalla Provincia di Genova.

Angelo Spanò dei Verdi si dice soddisfatto: “Finalmente una decisione inoppugnabile che va a colpire chi non rispetta le norme. Al di là delle diverse posizioni che si possono avere sulla caccia, che a mio parere va sempre condannata, qui la gestione è il mancato rispetto delle norme vigenti. Faccio i complimenti agli Uffici Provinciali e al commissario Pietro Fossati, perché hanno dimostrato di applicare seriamente il diritto”.

L’animale ucciso era un esemplare femmina di capriolo, ucciso dalla squadra durante quella che avrebbe dovuto essere una caccia al cinghiale.

La Polizia Provinciale, nel suo verbale, scrive che la squadra ha abbattuto “non in forma selettiva e senza autorizzazione una femmina di capriolo” e che “all’atto di accertamento l’ungulato risultava già in parte scuoiato ed eviscerato”.

Foto: repertorio (fonte Dluogs-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com