Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Alto Adige: condannato allevatore che girava film porno coi suoi cani

Alto Adige: condannato allevatore che girava film porno coi suoi cani

Si profila come la prima condanna in Italia per zooerastia quella di Christian Galeotti, un allevatore ritenuto colpevole di aver girato filmini porno con protagonisti i suoi cani.

È stata la Corte di Cassazione a confermare, nei giorni scorsi, le sentenze di condanna già emesse in primo e secondo grado nei confronti dell’allevatore bolzanino che aveva l’abitudine di girare, nel suo stesso allevamento altoadesino di San Genesio film a luci rosse in cui si abusava sessualmente degli animali.

La condanna si è profilata perché, giustamente, l’abuso sessuale è stato considerato una forma di maltrattamento.

Ricordiamo che, diversamente da altri Paesi, in Italia il reato di zooerastia in quanto tale non esiste.

Il 36enne Galeotti, che è stato condannato a due anni, abusava degli stessi cani che allevava e rivendeva. Non si tratta di un volto sconosciuto alle forze dell’ordine, perché era già stato condannato in passato per aver venduto animali con pedigree falsificato ed era sospettato di spacciarsi per veterinario. Per i filmati incriminati Galeotti aveva ingaggiato un’attrice porno, generalità non pervenute.

Foto: repertorio (fonte Spotreporting-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Che merda di gente, dobbiamo bruciarli questi!
    Forni crematori a sterminarli tutti.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com