Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / USA: ancora lupi uccisi nei pressi dello Yellowstone, è la volta di 832F

USA: ancora lupi uccisi nei pressi dello Yellowstone, è la volta di 832F

Il lupo 754 non è stato l’unico a cadere sotto i colpi dei cacciatori, che da giorni stanno insanguinando il suolo di vari Stati americani nella loro spietata caccia al lupo. L’ultimo esemplare munito di radiocollare GPS abbattuto è stato 832F, una femmina considerata tra le più famose del mondo.

L’animale, una femmina Alfa, è stato ucciso da alcuni cacciatori appostati appena fuori dal parco Yellowstone, in maniera non dissimile da quanto era accaduto al povero 754 soltanto qualche giorno prima.

832F era considerata uno dei lupi più interessanti tra quelli tenuti sott’occhio dagli scienziati e veniva definita “una rockstar” per via della sua popolarità. È stata trovata morta lo scorso giovedì.

Nelle ultime settimane salgono così a otto i lupi muniti di GPS abbattuti senza pietà, e le associazioni animaliste internazionali sono livide di rabbia. Qualunque protesta non sembra servire e la caccia, per il momento, non viene interrotta. Anzi, il 15 dicembre verrà ufficialmente dato il via all’attività venatoria con l’ausilio delle trappole.

I naturalisti dello Yellowstone si dicono emotivamente provati da quella che sembra essere ormai una caccia spietata ai lupi col radiocollare, per loro preziosissimi, e hanno definito la morte di 832F come particolarmente dolorosa. La lupa, che guidava il branco Lamar e aveva sei anni, era unanimemente considerata come saggia e molto coraggiosa, in grado di prendere decisioni rapide ed efficaci per il bene dei suoi compagni.

Alla fine del 2011, nella zona dello Yellowstone c’erano circa 98 lupi che facevano parte di dieci diversi branchi, più due esemplari solitari. Il parco, che si estende tra gli Stati del Montana, Idaho e Wyoming, sembra ora essere diventato un vero e proprio serbatoio per i cacciatori, che si appostano appena fuori dai suoi confini e aprono il fuoco su qualunque lupo venga inquadrato dal mirino del loro fucile.

Il particolare più deprimente relativo a 832F riguarda il fatto che, secondo i dati raccolti in questi anni, la lupa si allontanava rarissimamente dai confini del parco. I cacciatori devono avere ritenuto l’occasione troppo ghiotta per non coglierla.

Si valuta ora la possibilità di chiudere l’area del parco almeno alla caccia con le trappole, ma nulla è ancora stato definito e, secondo Shane Colton del Dipartimento di Natura, Pesce e Parchi del Montana, se ne potrebbe discutere il prossimo mercoledì.

Nella foto: 832F, la lupa uccisa (fonte OopsJohn).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com