Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Benevento: petardo legato alla coda di una gattina, l’animale soccorso da OIPA

Benevento: petardo legato alla coda di una gattina, l’animale soccorso da OIPA

La coda della gattina randagia era ormai ridotta a brandelli quando l’animale è stato soccorso da OIPA Benevento, negli scorsi giorni.

Alcuni ragazzini non identificati le avevano legato addosso un petardo che poi era esploso, ferendo gravemente l’animale al treno posteriore e terrorizzandolo a morte.

La notizia è stata riportata dalla stessa OIPA, che si è presa carico delle cure alla micia, una randagia ribattezzata Gloria.

Secondo i volontari, Gloria è rimasta fiduciosa nell’essere umano nonostante la brutale violenza subita e persino al momento del soccorso si è lasciata avvicinare senza problemi.

La gattina è stata sottoposta subito all’inevitabile terapia antibiotica, per poi essere trasferita in una clinica veterinaria di Napoli dove si è proceduto all’amputazione del moncone di coda rimasto e alla sterilizzazione.

Piano piano, Gloria sta recuperando le forze. Rimane un esemplare molto docile e di temperamento gentile – caratteristiche, queste, che devono aver reso le sevizie particolarmente facili per gli aguzzini.

La piccola si trova in stallo presso l’abitazione di una volontaria, a Caserta. OIPA spera di trovarle presto una casa per sempre.

Commentano i volontari, sul sito: “Il drammatico episodio di cui è stata vittima, risolto per fortuna nel migliore dei modi, è figlio dell’ignoranza e della mancanza di rispetto per qualsiasi forma di vita, due elementi ancora appartenenti alla nostra cultura, molto difficili da combattere, e che condannano a morte e sofferenza migliaia di animali vittime innocenti e invisibili su cui troppo spesso si scagliano una brutalità e una violenza di cui solo l’uomo è capace”.

Nelle foto: Gloria dopo il ritrovamento e oggi (fonte OIPA).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Marilena Albiero

    Galera, galera. Nessuno sconto perchè se da minorenni si comportano così non oso pensare che cosa faranno da adulti. Ma si sa l’Italia è il paese delle mille leggi e di nessuna pena!

  2. Sono daccordo!
    Piccoli sadici del genere devono solo marcire in galera, anche se la galera fa schifo.
    Se non imparano il rispetto della vita adesso non lo impareranno mai.
    Se pesco uno a fare una cosa del genere…

  3. I ragazzini che commettono atti come questo, dimostrano come sono stati educati dai loro genitori. E come i genitori non si rendano conto di chi hanno in casa…. Dovrebbero pagare una multa salatissima e finire in galera!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com