Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / UK, associazioni animaliste: il sale antighiaccio e neve può uccidere gli animali

UK, associazioni animaliste: il sale antighiaccio e neve può uccidere gli animali

Sono le associazioni animaliste inglesi a lanciare l’allarme: centinaia di animali si sarebbero ammalati seriamente, e in alcuni casi sarebbero morti, a causa del sale antighiaccio sparso sulle strade in caso di neve.

Cani e gatti che si trovano a camminare su terreni coperti di queste sostanze antigelo rimarrebbero, di fatto, avvelenati nel tentativo di ripulirsi le zampe.

Secondo le associazioni, l’ingestione massiva di cristalli di sale provocherebbe negli animali una seria disidratazione, gravissimi problemi al fegato e pancreatite. Per non parlare dell’antigelo e del glicole etilenico, entrambi letali.

La RSPCA ha dichiarato di aver ricevuto fino ad ora 248 chiamate di emergenza relative ad animali domestici che mostravano sintomi di avvelenamento dopo aver camminato su queste sostanze. Spiegano inoltre che è altamente probabile che le intossicazioni siano state molte di più, e che la maggior parte non siano semplicemente giunte alla loro attenzione.

Tra le vittime accertate del 2012 risulta Bubbles, un gatto tigrato di proprietà morto settimana scorsa per avvelenamento da antigelo: il terzo caso nel vicinato soltanto negli ultimi giorni.

“È mancata da casa martedì scorso” spiega la sua proprietaria Amanda Walsh, 31 anni, “E una vicina mi ha detto il giorno dopo di aver trovato un gatto che le somigliava. L’avevano trovata nel giardino, non si muoveva e miagolava dal dolore”.

La Walsh continua spiegando che i vicini avevano a quel punto avvolto Bubbles in una coperta per trasportarla d’urgenza dal veterinario, pensando fosse stata investita da un’auto. Invece era l’antigelo. Bubbles è spirata poco dopo.

“Ho due bambine e sono devastate dal dolore”, commenta la Walsh. “Voglio che la gente capisca che cose come queste possono accadere. Dovrebbero tenere gli animali dentro casa, se possono, e se invece stanno fuori, non dovrebbero mai dimenticare di pulir loro le zampe”.

Anche l’esperta di nutrizione animale Ruth Hayward-Smith conferma la pericolosità delle sostanze, spiegando che negli scorsi giorni uno dei cani presenti ad un percorso di agility è morto dopo essersi leccato il sale antigelo dalle zampe: si trattava di Ruby, un Lhasa Apso di cinque mesi, eutanasizzato in meno di 24 ore per la gravità dell’intossicazione.

Le associazioni animaliste ribadiscono la necessità di prestare estrema attenzione nel periodo invernale ed elencano i classici sintomi da intossicazione di antigelo: salivazione eccessiva, vomito, collassi, narcolessia, aumento della frequenza respiratoria.

Quelli da ingestione di cristalli di sale includono lesioni alla bocca e alla gola, salivazione eccessiva, sete continua.

Un veterinario andrebbe immediatamente contattato nel caso in cui l’animale di casa mostrasse sintomi simili. Maggiore è la tempestività con cui si interviene, migliori saranno le chance di sopravvivenza.

Foto: repertorio (fonte Byrion-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. grazie a te johnny!

  2. Articolo importantissimo, soprattutto in vista del maltempo in arrivo.
    L’inverno scorso il mio amico si è sentito male di brutto (e di colpo, era un cazzo di pupazzo) al punto di essere ricoverato alcuni gg presso una clinica veterinaria proprio in concomitanza dello spargimento del sale antigelo a fronte delle copiose nevicate sulle strade e i marciapiedi della mia città.

    Zero informazione a riguardo, mi venne in mente di dirlo al veterinario e rimase sorpreso che io lo sapessi. Sapendo che ormai è tutto chimico e trattato dai e nei laboratori (sicuramente testato pure sui poveri animali e quando cazzo mai!) mi venne in mente…

    A tutt’oggi si sospetta che sia questa la causa della grave malessere di cui sopra.

    Grazie A4A per l’informazione che fate!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com