Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Canili italiani come perreras spagnole: parla il capogruppo Massimo Brunetti

Canili italiani come perreras spagnole: parla il capogruppo Massimo Brunetti

Riceviamo direttamente dal capogruppo di maggioranza Massimo Brunetti e ripubblichiamo la replica alla spinosa questione della “soluzione perreras” per il canili italiani, come comunicato da Lega Nazionale per la Difesa del Cane in questo articolo di qualche giorno fa.

Il capogruppo di maggioranza Massimo Brunetti interviene sulle dichiarazioni di Bruno Rinaldi relative all’abbattimento dei cani del canile comunale

Nel consiglio comunale di Castelvetro in cui si è parlato del canile comunale, visto che il Consigliere Rinaldi ha espresso la sua totale contrarietà a tenere aperti e finanziare i canili comunali al fine di ridurre la spesa, per far comprendere la gravità delle sue parole gli ho fatto notare – in modo amaremente ironico – che altri paesi come la Spagna si erano posti il problema di cancellare del tutto la spesa dei canili ed erano così giunti a soluzioni come quella della soppressione degli animali.

Ribadisco l’importanza di adottare soluzioni alternative per ovviare al problema dell’abbandono e del randagismo, nell’assoluta tutela degli animali come la sterilizzazione, l’adozione nei canili piuttosto che all’acquisto degli animali in negozio o in allevamenti, e soprattutto progetti nelle scuole per motivare i bambini a crescere nel rispetto per gli animali.

Per Natale invito tutti i genitori e nonni che vogliono regalare un cane ai loro bambini, di adottarne uno nel canile della propria zona. Oppure di visitare il sito dell’ENPA dove viene presentato il Progetto Spagna per salvare i cani e gatti spagnoli rinchiusi nelle Perreras, veri e propri canili lager.

Massimo Brunetti

Capogeruppo Centrosinistra per Castelvetro”

Aggiornamento: abbiamo appena ricevuto una comunicazione diretta anche dal sindaco di Castelvetro, Giorgio Montanari, che testualmente riportiamo: “Confermo l’interesse e l’impegno della mia Amministrazione per soluzioni razionali e rispettose del benessere animale”.

Foto: repertorio (fonte Pets Adviser-Flickr).

 

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. francescamanimali

    Tra ” l’eccesso” aberrante delle perreras spagnole e i fondi pubblici italiani delegati a mafia, ‘ndrangheta e camorra per gestire “canili” dove non si muore subito ma dopo anni di stenti e maltrattamento, si potrebbe (dovrebbe) trovare una via civile e umanitaria a risolvere il problema del randagismo.
    Un primo passo? : STERILIZZAZIONI OBBLIGATORIE PER LEGGE e CONTROLLI SERI SUL COMMERCIO DEGLI ANIMALI.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com