Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Austria: anziana coppia non va in vacanza da 17 anni per stare con il piccione che ha salvato

Austria: anziana coppia non va in vacanza da 17 anni per stare con il piccione che ha salvato

 

È una bella storia d’amore quella che arriva dall’Austria, dove un’anziana coppia di coniugi si prende cura di un piccione da ben 17 anni.

Bertl e Irmi Reiterer amano così tanto il loro colombo domestico da non andare più in vacanza per non lasciarlo solo.

Il volatile, un esemplare femmina ribattezzato Susi, venne trovato ferito da Bertl ormai quasi un ventennio fa.

“La trovai a lato della strada. Era stata colpita da un’automobile e aveva un’ala rotta”.

Bertl, 84 anni, ricorda: “La nutrimmo e la facemmo curare dal veterinario, poi la sistemammo in garage perché si riprendesse. Era l’aprile di 17 anni fa”.

Ma Susi non voleva stare sola, né andarsene.

“A Natale, quando lasciai accidentalmente la porta aperta, entrò in casa. Saltò dentro il forno, che era tiepido, e si rifiutò di uscirne. Immagino che il garage fosse troppo freddo per lei”.

La veterinaria di Susi, la dottoressa Maria Muller, commenta: “I piccioni possono vivere fino a vent’anni, ma è un traguardo quasi impossibile da raggiungere in natura. Ovviamente, visto dove si trova Susi e considerato che ha sempre cibo a disposizione e nessun predatore attorno, potrebbe raggiungere e persino superare quell’età”.

L’anziano volatile ha di recente sofferto di un collasso e non può quasi più volare. Per questa ragione, Bertl e Irmi lo sollevano da terra e gli permettono di entrare nel forno, che è il suo posto preferito in assoluto.

I due anziani coniugi hanno, con Susi, un legame assolutamente speciale.

Dice Bertl: “Susi segue mia moglie per tutta la casa, mentre io le piaccio meno perché tendo a prenderla in braccio ed è una cosa che non gradisce molto”.

In ogni caso, né l‘84enne Berl, né la 77enne Irmi possono immaginare la loro vita senza l’adorato volatile, e giurano che si prenderanno cura di lei fino all’ultimo giorno della sua vita.

“Non rimpiango il fatto che non siamo andati in vacanza per stare con lei”, commenta Irmi. “Non viaggiavamo molto comunque e ora, quando ci spostiamo, torniamo sempre a casa per la notte. Abbiamo provato a portarla con noi ma era infelice di essere chiusa in gabbia, così siamo semplicemente tornati a casa”.

Nella foto: Bertl, Irmi e Susi (fonte AustrianTimes).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Che persone meravigliose!!!

  2. Magari ci fossero più persone del genere al mondo!
    Una storia bellissima e un grande insegnamento, sono cose molto importanti.

    E bellissima foto anche 😀

  3. Il rapporto tra uomini e animali dovrebbe essere sempre di questo tono: rispetto e amore.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com