Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Palermo: Salvo, il cagnetto chiuso nel “cesso”, ha trovato casa

[VIDEO] Palermo: Salvo, il cagnetto chiuso nel “cesso”, ha trovato casa

Si è conclusa con un lieto fine la vicenda di Salvo, il cagnetto scheletrico e traumatizzato ritrovato chiuso in un bagno a Palermo. Erano stati i volontari OIPA a portare a termine il salvataggio, di cui avevamo parlato con maggiori dettagli in questo articolo.

Al momento del soccorso, l’animale si presentava in gravissimo stato di denutrizione. Chiuso da chissà quanto in un piccolo locale da bagno all’interno di un appartamento sfitto, il cane aveva mangiato l’ultima volta quindi giorni prima (pane secco) e, da bere, aveva “l’acqua del cesso”. Le zampe erano storte e deformi per l’assenza di movimento e di adeguata alimentazione.

Anemico e disidratato, il piccolo Salvo – di sette mesi di età – era stato preso in carico da OIPA Palermo che ne ha seguita la riabilitazione.

Questo accadeva a metà ottobre. Due settimane dopo, OIPA informò che il cucciolo stava finalmente un po’ meglio e iniziava a recuperare peso e tono muscolare.

Per lui erano già arrivate numerose richieste di adozione, che OIPA ha in questi giorni vagliato fino a individuare la nuova famiglia umana di Salvo.

Il piccolo, che non è più un mucchietto d’ossa dimenticato in una stanza chiusa a chiave, si è trasformato in quello che ogni cucciolo dovrebbe essere: una creatura piena di gioia per la vita e d’amore per chiunque incontri.

La sua nuova famiglia umana, che lo ha già accolto nella propria casa di Livorno, è già innamorata di lui.

Ti auguriamo una vita lunga e felice, Salvo.

Di seguito, un video che mostra i suoi progressi poco prima dell’adozione.

Nelle foto: Salvo e la sua nuova vita (fonte OIPA).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. così tanto riserbo da non aver nulla da scrivere, almeno noi. a parte della denuncia di cui si parla nel video non sappiamo altro.

  2. Ogni tanto una bellissima notizia, mi fa molto piacere che sia stato adottato e che stia meglio!
    Che bello 😀

    Ma dei responsabili, si sa qualcosa?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com