Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Sezze: orrore nel camion, mucca incinta legata e sofferente. Il vitellino non ce la fa

Sezze: orrore nel camion, mucca incinta legata e sofferente. Il vitellino non ce la fa

Il vitellino che portava in grembo non è riuscito a sopravvivere. Per lei, invece, è intervenuta la Polstrada.

La vicenda arriva da Sezze dove, durante un presidio sulla strada provinciale Setina degli Archi, un autocarro per il trasporto del bestiame è stato fermato da una pattuglia per un normale accertamento.

All’interno del mezzo era rinchiusa la mucca, in gravissimo stato di sofferenza. L’autotrasportatore aveva cercato di nasconderla con un pezzo di lamiera.

Davanti agli occhi degli agenti, l’animale è apparso letteralmente intrappolato nel più lontano angolo del vano di carico del veicolo.

Era a terra, aveva gli arti anteriori lesionati e quelli posteriori legati tra loro con una corda di canapa.

La mucca era vistosamente gravida e il vitellino, probabilmente, avrebbe finito col nascere proprio in quelle circostanze disastrose.

Il trasporto di un animale gravido oltre il 90% del periodo di gestazione non è autorizzato dalla legge.

L’animale è stato trasferito al mattatoio di Sabaudia (…) e qui i veterinari dell’ASL hanno cercato inutilmente di salvare il vitellino. A causa delle particolari condizioni di sofferenza della madre, tuttavia, il piccolo è deceduto poco dopo essere venuto al mondo.

L’allevatore, il titolare di un’azienda agricola di Roccagorga e l’autotrasportatore campano alla guida del mezzo sono stati tutti denunciati per diversi reati, incluso il maltrattamento di animali.

Non è purtroppo chiaro che fine abbia fatto la mucca ma, sfortunatamente, è immaginabile.

Continuano in ogni caso gli accertamenti sulla vicenda che, come spiegato in un comunicato stampa rilasciato dalla stessa Polstrada, “riverbera i suoi effetti sulla qualità degli alimenti che finiscono sulla tavola delle famiglie in ordine all’illecito acquisto e destinazione alla macellazione di bovini trattati con antibiotici e altri preparati chimici”.

Nella foto: l’animale al momento del ritrovamento nell’autocarro (fonte LatinaToday).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Marilena Albiero

    Sicuramente la mucca è stata abbattuta. Quello che mi fa disperare è che non solo vengono macellati per la nostra ingordigia ma che la loro breve vita sia tutta all’insegna della sofferenza.

  2. è proprio vero che bisognerebbe diventare tutti vegetariani quando senti queste cose dispiace rinunciare alla carne ma consumarne meno si può e si guadagna in salute ma la cosa più importante è garantire un trasporto il più possibile umano per questi animali perchè anche se il loro destino è già scritto perlomeno sia più onesto possibile le leggi ci sono vanno solo rispettate non è difficile

  3. ma come si fa a mangiare la carne sapendo che questo non è un’eccezione ma si ha la certezza che ciò accada? mi sento male…

  4. Che cosa orribile il profitto, il libero mercato e tutte queste porcherie. A questo si arriva e anche oltre.
    Che bello vero?
    Questa creatura mi fa vergognare, nonostante abbia smesso di mangiarli, rimango senza parole.
    E’ una cosa che non concepisco ciò che è successo, una crudeltà sadica e gratuita. Inutile, evitabile assolutamente.

    Non c’è più rispetto per niente e nessuno, non c’è nemmeno un momento per capire che ci vuole un po’ di dignità. Cazzo.
    Questa gente con me morirebbe di fame e non per questa cosa, ma per “il lavoro” che fa.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com