Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / San Cataldo: 4 cuccioli picchiati e abbandonati in una scatola. Assieme ad un proiettile

San Cataldo: 4 cuccioli picchiati e abbandonati in una scatola. Assieme ad un proiettile

Sono stati trovati all’interno di una scatola di cartone assieme ad un bossolo vuoto, di quelli da caccia, i quattro cuccioli di San Cataldo (CL).

La notizia è stata riportata nelle scorse ore da Geapress, che sottolinea anche come nessuno dei piccoli sia infine sopravvissuto.

I cuccioli sono stati abbandonati in un posto isolato poco distante da un rifugio utilizzato dai volontari OIPA della zona. Proprio a causa del poco traffico nella zona, sono rimasti soli per tutta la notte, a bordo strada. Una notte troppo fredda perché quattro creature di pochi giorni di vita potessero sopravvivere.

Quando sono stati individuati dal coordinatore OIPA Fabio Calì erano le prime ore del mattino e la loro situazione era già irreversibile: un cucciolo era già morto e gli altri tre, ormai agonizzanti. Perdevano sangue dal naso. Sono morti di lì a poco, nonostante la disperata corsa dal veterinario e il tentativo di scaldarli con una lampada termica.

Secondo quanto emerso successivamente, dall’esame dei corpi, pare che i cuccioli fossero anche stati picchiati prima di essere scaricati per strada come se fossero nulla.

E il bossolo di proiettile?

Secondo Geapress potrebbe essersi trattato di un invito a “finire il lavoro”. A finire i cuccioli, già in pessime condizioni.

Fabio Calì commenta: “Un folle. Il mio pensiero va ai possibili altri piccoli cani nati nella stessa cucciolata. Ritengo improbabile che potesse trattarsi solo di quattro animali”.

Come sempre, le istituzioni si sono rivelate uccel di bosco e la responsabilità del soccorso disperato ai quattro cuccioli è ricaduto sulle spalle dei volontari. Esattamente come la gestione del randagismo sul territorio.

Come giustamente sottolineato da Calì, si tratta di un impegno immane e costoso che, paradossalmente, fa risparmiare i Comuni che, per legge, dovrebbero prendersi cura degli animali senza casa e che invece fanno poco (nella migliore delle ipotesi) o nulla (nella peggiore).

“Occorrono leggi più severe che puniscano in maniera decisa e servano da esempio”, conclude Fabio, dando voce al pensiero di tutti coloro che, ogni giorno, scoprono che gli aguzzini di animali vengono puniti soltanto a colpi di multe e reclusioni ridicole che, nella pratica, non avverranno mai.

Nella foto: i corpi senza vita dei cuccioli (fonte Geapress).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Perchè non li hanno abbandonati proprio davanti all’associazione? (Hanno paura o l’hanno fatto apposta?)
    Si, concordo, il bossolo vuoto (da caccia, notare) può essere un elemento intimidatorio (o un tentativo idiota malriuscito).

    Facile fare queste cose a dei cuccioli appena nati, sarebbe stato onesto se qualcuno l’avesse fatto con gli assassini al tempo.

  2. francescamanimali

    Purtroppo non credo che il proiettile invitasse ad uccidere i cuccioli, ma piuttosto (secondo i codici di questi cavernicoli) è un’esplicita minaccia al rifugio OIPA.

  3. Spero con tutto il cuore che chi ha fatto ciò muoia al più presto tra dolori atroci e che qualcuno lo prenda anche a calci! Scusate lo sfogo ma fa troppo male vedere questi piccoli esserini indifesi uccisi come se fossero niente, mentre erano creaturine da curare, scaldare e coccolare. Poveri piccoli, ennesime vittime.
    Le istituzioni sono complici di questi maledetti perchè con la loro indifferenza rendono facili azioni del genere! Eppure le leggi ci sono… ma tanto… sono solo cani, gatti… questa è la mentalità di certa brutta gente che non è solo chi compie queste brutalità ma anche chi tace e permette!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com