Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Barcellona Pozzo di Gotto: un altro cane investito e morto per assenza delle istituzioni

Barcellona Pozzo di Gotto: un altro cane investito e morto per assenza delle istituzioni

È capitato ancora: un cane investito da una vettura in corsa è spirato sull’asfalto per la lentezza pachidermica delle istituzioni, intervenute troppo tardi.

La vicenda è avvenuta qualche giorno fa a Barcellona Pozzo di Gotto, nel messinese.

Il cane sarebbe stato investito verso le dieci di sera e i soccorsi non sarebbero arrivati sul posto prima di mezzanotte circa.

La volontaria locale Eleonora Pellegrino ha raccontato a Geapress quanto accaduto: “Sono stata contattata da un’amica. Mi era stato riferito che l’autore dell’incidente si era fermato e che aveva tentato di chiamare più numeri di telefono. Anche veterinari privati”.

Niente da fare. Nessuno si muove.

La Pellegrino telefona quindi alla Polizia Municipale. Ancora un nulla di fatto. E l’ASL, che dovrebbe intervenire in questi casi e garantire costantemente la presenza di almeno un veterinario di turno? All’ASL nessuno risponde al telefono.

Il cane è ancora a terra ed è gravemente ferito. Ha un collare, ma è privo di microchip. Potrebbe essere stato vittima di un abbandono, prima ancora che dell’urto con l’automobile.

Muore nell’impotenza di chi aspettava un soccorso tempestivo.

Soltanto dopo che il cane ha esalato l’ultimo respiro, in mezzo ad una piccola folla di persone, arriva una pattuglia dei Carabinieri. Anche i militari dell’Arma avrebbero riferito di aver cercato inutilmente di contattare l’ASL.

Un’altra volontaria del posto, Angela Biondo, commenta: “Siamo stanche del persistente disinteresse nei confronti degli animali. Non possiamo più tollerare che le autorità preposte lascino morire in tal modo gli animali, contravvenendo a precise disposizioni di legge, nazionali e regionali. Questa volta andremo avanti fino in fondo”.

È probabile che i volontari decidano di sporgere denuncia.

Nella foto: il cane rimasto ucciso (fonte Geapress).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Ma che ci sono a fare quelli della ASL veterinaria?
    Eliminassero la struttura e dirigessero i fondi verso qualche associazione che si prende cura davvero degli animali e sostituisce l’istituzione, cioè la finta istituzione. Anzi no, è questo che sono ormai le istituzioni, un’ipocrita facciata disgustosa.

    Certo che c’è una denuncia da fare!

  2. Povero cagnone bellissimo! Ma non si poteva caricarlo in macchina e volare subito da un veterinario privato? Poi si poteva denunciare ecc.ecc. Dobbiamo metterci nella zucca che chi fa da sè fa per tre! Se aspettiamo l’aiuto altrui…campa cavallo! Purtroppo è così.

  3. non ci si può stupire che al sud succedano queste cose non si preoccupano delle persone pensa te agli animali bisogna che le cose cambino se no il sud sarà sempre una palla al piede e niente di più anche se non lo merita perchè al sud ci sono posti stupendi e gente disponibile e calorosa

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com