Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Bracconaggio a Nardò: grosse reti per catturare animali e cartucce per terra

[VIDEO] Bracconaggio a Nardò: grosse reti per catturare animali e cartucce per terra

Ci sono ben pochi dubbi che le grosse reti per catturare animali selvatici siano state posizionate dai bracconieri.

La scoperta è stata fatta in questi giorni a Nardò, all’interno del Parco Naturale Duca del Conte, da parte delle Guardie Zoofile dell’Associazione Europea Operatori di Polizia.

Le reti, troppo grandi per dimensione e con maglie che non permettono la cattura di uccelli, erano state piazzate per imprigionare animali di dimensioni più grandi, come ad esempio le lepri. Non solo: a terra sono state ritrovate varie cartucce calibro 12 del tipo utilizzato per la caccia.

Il personale dell’Aeop ha sequestrato tutto e depositato denuncia a carico di ignoti.

Non è la prima volta che l’area viene avvelenata dal bracconaggio: solo qualche mese fa, sempre all’interno del parco, si procedette al sequestro di altre reti, stavolta per la cattura dei volatili. Al loro interno, anche le piccole vittime oltre ad alcuni animali “collaterali”, come un riccio. Erano tutti morti.

Foto: le guardie zoofile sequestrano le reti (fonte LeccePrima).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Ma che cazzo di caccia sarebbe? Metti le reti e asso pigliatutto?

    Forse vivo in un mondo diverso e per questo non capisco.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com