Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Ancora problemi per il circo della giraffa Aleksandre: sequestrati tigre e leone

Ancora problemi per il circo della giraffa Aleksandre: sequestrati tigre e leone

Poco più di un mese fa, il giraffino Aleksandre moriva per una dose di anestetico sbagliata dopo essere fuggito dal circo Martini-Orfei, di stanza ad Imola. Ora, quello stesso circo torna ai (dis)onori della cronaca dopo il sequestro di alcuni animali.

L’azione, iniziata alcuni giorni fa, è stata portata a termine nella mattinata di giovedì dalla Polizia Provinciale di Monza e Brianza in sinergia con le Guardie Zoofile ENPA, che hanno provveduto al sequestro di una tigre, un leone, due istrici, tre coccodrilli, due volatili e due rimorchi destinati al trasporto degli animali.

Il circo Martini era attendato da qualche settimana a Monza e il sequestro è seguito ad un sopralluogo che si sarebbe, peraltro, concluso anche con la denuncia dei proprietari.

La bagarre verso il circo Martini non è mai finita, dopo la morte inutile del piccolo Aleksandre. Tre settimane fa, sempre a Monza, gli attivisti di Animal Amnesty assieme a quelli di ENPA e LAV avevano dato vita ad una manifestazione di protesta fuori dal tendone e anche a Parma, precedente meta del circo, non erano mancate le polemiche.

Polemiche così roventi che il primo cittadino aveva infine firmato un’ordinanza che vietava l’uso di animali durante lo spettacolo. I circensi l’avevano prontamente ignorata, e il Comune aveva fatto denuncia.

È probabile che questi siano i motivi che abbiano portato ai recenti controlli all’interno del tendone. L’ultima ispezione avrebbe riscontrato, secondo il Corriere, “una serie di violazioni alle normative vigenti in materia di tutela degli animali” e i responsabili sarebbero stati indagati.

Il sequestro degli animali è stato convalidato dalla Procura della Repubblica di Monza, e in termini di violazioni, si parla di condizioni di custodia non idonee al benessere degli animali.

Nel frattempo, LAV ha organizzato una seconda manifestazione monzese per la giornata di domenica. La protesta sarà non contro il circo, ma contro il circo con animali e non a caso vedrà la partecipazione di artisti di strada, per ricordare “quanto può essere meraviglioso e spettacolare il circo senza animali, e quanto invece è crudele quello che sfrutta le loro vite”.

Il circo Martini-Orfei, comunque, a Monza non c’è già più. Se n’è andato nella serata del 14 novembre, stravolgendo i piani iniziali di restare attendato fino al 19.

Non ci mancherà.

Foto: repertorio (fonte Roger Wollstadt-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com