Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / USA: Al mondo restano meno di 100 lupi rossi. E finiscono uccisi dai cacciatori

USA: Al mondo restano meno di 100 lupi rossi. E finiscono uccisi dai cacciatori

Teoricamente, il lupo rosso sarebbe protetto da una legge federale americana. Nella pratica, finisce nel mirino dei fucili regolarmente.

La notizia è stata riportata di recente su Care2, che racconta di lupi rossi vittime di una caccia notturna al coyote resa legale a partire dallo scorso agosto.

Da allora, tre lupi rossi sono stati massacrati a fucilate. Se si considera che al mondo restano meno di cento esemplari di questa specie, ci vuole poco a calcolare quanto tempo dovrà passare prima che scompaiano definitivamente.

I lupi rossi venivano considerati essenzialmente estinti fin dagli Anni Sessanta, a causa della distruzione dell’habitat e alla orribili pratiche di “controllo predatori” (di uno scandalo relativo a quest’argomento, avvenuto negli scorsi giorni e che sta indignando l’America, potete leggere in questa news). Negli Anni Ottanta, non ce n’era praticamente più nessuno.

Nel 1987, i lupi rossi divennero parte di un programma di ripopolamento in cattività e vennero successivamente rilasciati all’interno dell’Alligator River National Wildlife Refuge.

Da quel momento in poi, il loro territorio è arrivato a toccare l‘1,7 milioni di acri e a coprire ben cinque contee nello Stato americano del North Carolina – l’unico nel quale risiedono.

A seguito delle recenti uccisioni, tanto il governo americano (nella sua entità dell’US Fish and Wildlife Service) quanto alcune associazioni animaliste private hanno offerto una taglia di 8000 dollari a chiunque fornisca informazioni che portino all’individuazione dei responsabili.

Uccidere un lupo rosso è un reato che in America viene punito con ammende fino a 100 mila dollari e con la reclusione fino ad un anno.

Secondo varie associazioni, la caccia notturna al coyote è la causa primaria dell’uccisione dei lupi rossi. L’aspetto fisico simile tra le due specie porterebbe infatti molti cacciatori a confondersi e ad aprire il fuoco indiscriminatamente. Per questa ragione, richiedono che l’attività venatoria venga interrotta in tutta l’area di recupero dei lupi rossi.

“Ci auguriamo che la commissione prenda le necessarie misure cautelative per evitarne l’uccisione”, ha dichiarato il legale che rappresenta le associazioni. “L’abbattimento di un lupo rosso in via di estinzione soltanto un mese dopo l’autorizzazione alla caccia al coyote è un chiaro segnale che una legge del genere sia un pericolo per questa specie”.

E anche per quella dei coyote, tra l’altro.

La Commissione delle Risorse Ambientali ha approvato la caccia notturna al coyote nonostante le proteste che piovevano da più parti, motivandola come un sistema efficace per controllare i predatori nella zona. Tuttavia, una decisione del genere potrebbe di fatto violare l’Endangered Species Act.

“Con meno di 100 esemplari di lupo rosso in natura, non possiamo permetterci di perderne neppure uno come vittima accidentale della caccia”, ha dichiarato Jason Rylander di Defenders of Wildlife. “La caccia notturna al coyote e una nuova e non necessaria minaccia alla conservazione di questa specie”.

Nella foto: un lupo rosso (fonte USFWS/Southwest-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Trovano sempre 1000 scuse per fare ciò che vogliono e distruggere la bellezza della natura.
    Spero che si sparino tra di loro ste merde.

  2. E’ inutile fermare la caccia notturna al coyote (povero coyote tra l’altro, sembra che a nessuno freghi niente di lui), BISOGNA FERMARE I CACCIATORI IN TUTTO IL MONDO!!! Se hanno così voglia di sparare a qualcosa si sparino nei loro marroni e smettano di rompere i cocomeri al pianeta…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com