Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Gran Bretagna: picchia brutalmente il suo cane, incastrato da un video

[VIDEO] Gran Bretagna: picchia brutalmente il suo cane, incastrato da un video

Il 31enne inglese Stacey Barlow è stato immortalato in un video mentre, per la strada, picchia brutalmente il suo cane.

La vittima della violenza è la cagnolina Molly. La sua colpa? Aver rifiutato di sedersi fuori da un negozio.

Nelle riprese, che riportiamo in chiusura di articolo ma di cui comunque sconsigliamo la visione ai lettori più sensibili, la piccola Molly viene brutalmente presa a calci e pugni, senza riserva.

L’attacco è così virulento che, ad un certo punto, Barlow perde persino una scarpa, che vola fino in mezzo alla strada.

La vicenda è avvenuta nella cittadina di Northampton alcuni giorni fa e subito riportata da numerosi media online.

È stata sufficiente la visione del video perché i magistrati bandissero il 31enne dal possesso di animali per i prossimi tre anni. L’uomo, peraltro, non è nuovo ad episodi del genere: nel corso dell’udienza si è infatti scoperto che già lo scorso agosto era stato udito gridare istericamente contro il cane, in centro città.

Kevin McCole, avvocato della Protezione Animali inglese RSPCA, ha dichiarato: “Il cane è stato esaminato da un veterinario dopo l’attacco e, nella sua opinione professionale, ha sofferto abusi fisici e psicologici. Quanto commesso è un deliberato atto di crudeltà. Il cane non soffre di danni permanenti ma ciò che è preoccupante è che l’imputato possa nuovamente comportarsi in questo modo”.

Il difensore di Barlow, Stephen Moore, ha dichiarato che il 31enne si è preso cura di Molly per nove anni dopo averla salvata da una vita da randagia, e che quanto accaduto è un incidente isolato.

Il tribunale ha condannato Barlow al pagamento di una multa di 100 sterline, spese processuali per 115 e al bando alla detenzione di animali per i prossimi tre anni.

La cagnolina Molly gli è stata sequestrata e verrà affidata ad una nuova famiglia.

Nelle foto: momenti dell’abuso (fonte Daily Mail).

Di seguito, il video (sconsigliato ai lettori più sensibili).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. 3 anni??? non posso crederci! non è possibile!! Nemmeno di fronte alle prove documentali i giudici riescono a rendere giustizia a queste povere creature? Ma non si rendono conto che questo è un represso, un bastardo che sfoga le sue frustrazioni su un animale indifeso? Altro che salvarla, la teneva con se come oggetto con cui sfogarsi… c’è chi lo fa con le donne, chi con i bambini o gli anziani e chi con gli animali che non hanno nemmeno la possibilità di denunciare nessuno e devono subire in silenzio tutto!
    Spero anch’io che Molly innanzitutto possa vivere finalmente una vita piena di carezze ed amore ma spero altrettanto che nessuno affidi mai più un cane, un gatto o qualsiasi animale a quell’individuo… che nel frattempo spero che si tolga di mezzo!

  2. Ma perchè invece di fotografare e basta non hanno almeno tentato di fermare quel mostro? Adesso speriamo che la piccola Molly riesca a trovare qualcuno sano di mente che le faccia dimenticare tutte le botte che ha preso per così tanto tempo e che il suo aguzzino crepi in fretta!

  3. 3 anni di bando dal possesso di animali? Cos’è uno scherzo?
    Niente galera? 215 sterline? Che bello, questa è giustizia.

    Pulizia col fuoco.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com