Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Sudafrica: 40 anni di carcere al bracconiere che esportava corna di rinoceronte

Sudafrica: 40 anni di carcere al bracconiere che esportava corna di rinoceronte

Punizione assolutamente esemplare nei confronti di un bracconiere responsabile di aver ripetutamente esportato corna di rinoceronte: 40 anni di carcere.

La notizia arriva dal Sudafrica ed è stata resa nota negli scorsi giorni. Senza dubbio rappresenta la prima presa di posizione realmente forte, in termini di provvedimenti, da parte delle autorità nei confronti della piaga del bracconaggio.

Il bracconiere condannato è il 44enne tailandese Chumlong Lemtongthai, considerato uno dei principali trafficanti al mondo.

L’uomo ha ammesso di fare parte di un’organizzazione di vastissime proporzioni che, da sola, gestisce il contrabbando di corna di rinoceronte bianco ad acquirenti di mezza Asia. Non solo: l’organizzazione è persino famigerata per organizzare battute di caccia ad animali in via di estinzione all’interno di aree protette.

Nonostante i ripetuti tentativi di sensibilizzazione, la richiesta di corna di rinoceronte e zanne di elefante da parte dell’Asia non sembra calare e, anzi, è in costante aumento. Le parti di animale vengono utilizzate sia nella medicina tradizionale che come trofei.

È ormai evidente che il corno di rinoceronte non curi né l’impotenza né tantomeno il cancro, eppure l’aura mistica che circonda la medicina tradizionale asiatica non sembra perdere intensità. Tutto, naturalmente, a scapito degli animali, uccisi come mosche e sempre più drammaticamente vicini al punto di non ritorno.

E mentre Hillary Clinton annuncia il pugno di ferro nei confronti dei bracconieri, attraverso l’attivazione di nuovi controlli, il coinvolgimento dell’Interpol e la dotazione di elicotteri e visori notturni, sottolineando che i colpevoli potranno persino essere uccisi sul campo – se necessario – Chumlong Lemtongthai avrà molto tempo per riflettere sulla direzione presa dalla sua vita. Diciamo, indicativamente, i prossimi quarant’anni.

Foto: repertorio (fonte jnissa-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com